Pink City di Cerami in mostra a Tirana

Sabato 28 Maggio 2022 di AnnaChiara Della Corte
Pink City di Cerami in mostra a Tirana

Da Capri a Tirana: il progetto itinerante Pink City di Franz Cerami sarà esposto in piazza Madre Teresa domenica 5 giugno alle 21.

Dopo l'ultima tappa isolana, nell'ambito del Festival Capri Wave nel 2019, l'opera video che aveva già girato mezzo mondo, coinvolgendo grandi edifici e monumenti di città (Napoli, Roma, Parigi, San Pietroburgo, Rio de Janeiro, San Paolo, Marrakech, Lisbona, Yeravan, Palermo) approda sulla facciata del Politecnico di Tirana, grazie alla collaborazione con l’Ambasciata d'Italia a Tirana e l'Istituto Italiano di Cultura a Tirana. 

L'ambasciatore Fabrizio Bucci ha infatti invitato Cerami a proiettare la sua Pink City su un edificio, non a caso, costruito da italiani, per comunicare attraverso  i linguaggi dell'arte digitale l''idea di una città in trasformazione, creativa, energica. «Nel quadro di “Tirana Capitale europea della gioventù 2022”, gli studenti dell’Accademia delle Belle Arti, accompagneranno l’artista in tutte le fasi di preparazione, montaggio e installazione dell’opera. Tirana è una città che è cambiata molto negli ultimi anni e Pink City si pone l’obiettivo di tradurre questa profonda trasformazione in chiave artistica», ha commentato l'ambasciatore.

 

Tirana si sposa molto bene con l'intento dell'opera in divenire Pink City:  «Questa città è  vibrante, frenetica, alla ricerca del futuro», ha commentato l'artista napoletano attualmente in trasferta in Albania per produrre le immagini della nuova videoproiezione. 

Pink City è un racconto visivo, un gioco narrativo. Venti minuti di installazione digitale che raccontano di un’unica grande città. Dei luoghi attraversati.

Carla Langella, docente presso la Facoltà di Architettura dell’Università degli Studi della Campania Luigi Vanvitelli ha aggiunto:  «A differenza di molte altre opere di Cerami che propongono un continuo confronto-dialogo tra digitale e analogico in Pink City l'analogico è occultato perché tutte le immagini sono rielaborate con un processo digitale». 

Cerami è noto per aver portato il contemporaneo fuori dagli schemi, e dai suoi luoghi più convenzionali, operando spesso in contesti periferici e degradati. Tra i suoi lavori più degni di nota: Pink Flowers, Remix Portraits, Magica, e non ultima Red Venus conclusa da pochi giorni al Museo Archeologico di Napoli, dove per la prima volta gli affreschi della Sala della Meridiana sono stati animati da una proiezione digitale.

Ultimo aggiornamento: 29 Maggio, 17:27 © RIPRODUZIONE RISERVATA