Violenza, si chiama Disamorex, sembra un medicinale ma contiene indicazioni per reagire agli abusi

Martedì 23 Novembre 2021
Violenza, si chiama Disamorex, sembra un medicinale ma contiene indicazioni per reagire agli abusi

Si presenta come una medicina, apparentemente potrebbe sembrare una normale scatola di pastiglie con dentro persino un bugiardino, solo che serve a salvare la vita delle giovani donne dalle violenze, aiutandole a riconoscere e a reagire prima che sia troppo tardi. L'iniziativa sta facendo il giro dell'Italia anche se è nata a Biella dove una associazione, Non sei sola, assieme ad una serie di altre realtà locali (l'Ordine degli Avvocati di Biella, l'Ordine dei medici e chirurghi di Biella) ha dato vita al progetto Disamorex, che già dal nome dice tutto. 

Il progetto Disamorex è stato presentato per la prima volta nel 2019 ma inizia a circolare nelle scuole solo ora, dopo il rallentamento dovuto al Covid. Il principio attivo resta la formazione della consapevolezza delle ragazze grazie a sei cartoncini numerati e di colori diversi dentro la scatola e alla spiegazione chiara ed efficace per riconoscere i segnali delle varie tipologie di violenza e i numeri a cui rivolgersi in caso di bisogno. 



 

© RIPRODUZIONE RISERVATA