Dl agosto, sei settimane di megasaldi sulla merce invenduta. È scontro sugli affitti brevi

Sabato 3 Ottobre 2020 di Michele Di Branco
Dl agosto, sei settimane di megasaldi sulla merce invenduta

Due mesi di saldi supplementari. È una delle novità della seduta notturna del Senato che ha approvato il decreto agosto. Il provvedimento contiene misure per 25 miliardi contro la crisi economica legata alla pandemia e le modifiche, in commissione Bilancio a Palazzo Madama, non sono state economicamente pesanti, visto che il budget era di 250 milioni. 

Tra gli emendamenti approvati c’è una misura in favore degli esercenti alle prese con la merce invenduta rimasta in magazzino durante le chiusure obbligate del lockdown. L’emendamento numero 59 autorizza infatti le vendite in liquidazione per tutti gli esercizi “non alimentari” che abbiano scorte di prodotti da smaltire. Le vendite sottocosto e in liquidazione potranno durare 6 settimane e dovranno essere avviate entro 60 giorni dal termine dello stato di emergenza, ora fissato al 15 ottobre prossimo, ma probabilmente destinato a slittare fino al 31 gennaio 2021. L’opportunità potrà essere colta anche dalle grandi catene di distribuzione, a patto che indirizzino una Pec ai Comuni nella quale comunicano di voler prendere parte all’operazione commerciale. Molte le altre novità in arrivo.
 

 

Tra queste, in tema di mobilità, un incentivo del 60%, fino a un massimo di 3.500 euro, per chi sceglie di far montare sistemi di riqualificazione elettrica sulla propria auto. Vivaci polemiche ha suscitato l’ok della Commissione Bilancio ad un emendamento che impone di considerare come svolta in forma imprenditoriale la locazione breve di 4 appartamenti, con i conseguenti obblighi di tipo contabile e fiscale. «La norma - ha polemizzato il presidente di Confedilizia, Giorgio Spaziani Testa - è mal calibrata e alimenterà elusioni e sommerso, in questo caso in un comparto, quello degli affitti brevi, che non riguarda solo i turisti, ma anche lavoratori, studenti, parenti di persone ricoverate».

«Siamo esterrefatti: ogni volta che qualcuno tenta di mettere ordine nella giungla delle locazioni brevi, c’è sempre una manina che interviene e riporta tutto alla situazione di partenza, come in un interminabile gioco dell’oca», è stato il commento del presidente di Federalberghi, Bernabò Bocca. La norma è stata difesa dal ministro dei Beni culturali e Turismo, Dario Franceschini, che ha definito «molto positiva l’approvazione della norma che riporta i B&B allo spirito per cui sono nati, cioè ospitare le persone offrendo l’esperienza di vivere in una casa italiana. Gli affitti brevi ha aggiunto aggiunge Franceschini – hanno portato nel nostro paese un tipo di turismo molto interessante, ma è giusto regolamentarlo anche per evitare che i centri storici si svuotino dei loro abitanti». Il piatto economicamente più rilevante, fra gli emendamenti, riguarda le misure a tutela dei lavoratori cosiddetti fragili, come gli immunodepressi, per permettere loro di assentarsi dal servizio, ricevendo comunque una retribuzione, o di lavorare in smart working, in modo da restare al riparo dal rischio covid. 
 

Video

Sul fronte fiscale è arrivata la proroga dal 30 aprile al 15 ottobre della sospensione del pagamento della Tosap (la tassa per l’occupazione di spazi e aree pubbliche) per gli ambulanti. La misura ha un costo di circa 34 milioni di euro. Per bar e ristoranti il dl agosto prevede la sospensione della tosap fino al 31 dicembre. Ancora in tema fiscale, arrivano 7,5 milioni per finanziare una proroga al 30 settembre delle scadenze fiscali di pmi, partite Iva e professionisti. L’obiettivo è permettere a chi non ha pagato entro il 20 agosto di sanare entro il 30 ottobre, con maggiorazione dello 0,8%. Ambiente: dal 2021 sarà possibile produrre in Italia bottiglie interamente riciclate. «Fino ad oggi – ha fatto sapere il Pd che ha proposto la norma – se facevi bottiglie riciclate dovevi usare almeno il 50% di materia vergine: una cosa insensata. Contemporaneamente importiamo migliaia di bottiglie per bevande su Pet 100% riciclato da altri paesi europei». In tema di emergenza covid, via libera alla possibilità di ricorrere allo smart working o ad un congedo speciale, per uno dei due genitori, se il proprio figlio minore di 14 anni è in quarantena precauzionale. Durante questo periodo, spetterà una un’indennità pari al 50% della retribuzione, mentre questo periodo è coperto da contribuzione figurativa. 
 

Ultimo aggiornamento: 4 Ottobre, 19:46 © RIPRODUZIONE RISERVATA