Adrian Celentano si confessa in tv: «Perdono, ho illuso Canale 5». Poi una frase sessista indigna il web

ARTICOLI CORRELATI
di Alessio Esposito

11
  • 1423
«Ho illuso Canale 5, ma avevo detto che potevo anche non esserci». Nel corso di “Aspettando Adrian”, il pre-show che precede la messa in onda della serie animata, Adriano Celentano ha parlato solo attraverso la grata di un confessionale, ascoltato dal “frate” Nino Frassica. Così Celentano si è confessato: «Padre, ho peccato, ho illuso Canale 5. Ma io avevo detto che potevo esserci o non esserci».

Il Molleggiato ha poi proseguito: «Che poi è quello che sta succedendo adesso, tipo quello lì che c’è ma poi non c’è. Forse perché sono in tre. Ho peccato di taciturnità molesta? È così grave? Dove si trova un prete Mediaset? Ora sono tutti Rai. Ormai fanno le stesse cose, quello che fa la Rai lo fa anche Mediaset». E "Padre Frassica" ha chiuso la confessione esclamando: «Allora ti assolvo a reti unificate!».

GUARDA ANCHE Social scatenati sul caso Adrian, ma cosa farà stasera Celentano in tv?

Celentano si è poi fatto rivedere in seguito, acclamatissimo dal pubblico, ma restando nel suo classico silenzio. Lasciando il palco poco dopo, mentre Giovanni Storti (del trio Aldo, Giovanni e Giacomo) intratteneva la platea. Un’apparizione provocatoria, un messaggio chiaro dopo le polemiche scatenate dalla prima puntata.
Finita la diretta dal teatro Camploy di Verona, è cominciata la seconda puntata di Adrian. Ma una scena ha trovato il modo di accendere nuovamente la polemica sui social: due ragazze vengono aggredite da un gruppo di malviventi, ma l’intervento di Adrian – mascherato dal giustiziere ribattezzato la “Volpe” – le salva dalla violenza. La frase «se aveste bevuto qualche bicchiere di meno avreste evitato l’approccio con dei tipi poco raccomandabili» non è però piaciuta al popolo del web, che ha immediatamente bollato come «sessista» il messaggio contenuto. Adrian continua a far discutere: Celentano provoca sul palco e la serie animata alimenta il dibattito sui social. Dopo due serate dall’alto tasso polemico Canale 5 può tirare il fiato. Almeno fino a lunedì prossimo.
Martedì 22 Gennaio 2019, 22:47 - Ultimo aggiornamento: 23 Gennaio, 11:34
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 11 commenti presenti
2019-01-23 13:09:23
Forse non tutti sanno che Celentano è di origini pugliesi, come Arbore. Più Sud. Avrebbe trovato il modo di fare carriera anche partendo dalla sua terra. Poi si sarebbe dovuto spostare: a Roma o a Milano, perchè qui ci sono le TV. Cosa abbia voluto dire nella prima puntata su Napoli? Avrebbe fatto meglio a risparmiarselo. Volendo proprio "appoggiarsi" alla mafia per fare un po' di audiece, avrebbe avuto più fortuna a esaltarla nella sua città natale. Forse parlo così perche sono napoletano e ho altri interessi nel mondo della musica.
2019-01-23 12:36:49
Tutti i giorni ci sono notizie che riportano le violenze sulle donne uccise, stuprate o violentate . Che lo dicono i giornali che ne parla in TV a Pomeriggio 5 o a La vita in diretta è solo una notizia buttata li per fare odiens. Alla fine che cosa avrebbe mai detto ha dato un consiglio che se non avessero bevuto qualche bicchiere di meno avrebbero evitato l’approccio con dei tipi poco raccomandabili. Quante donne vengono stuprate da animali (perchè di uomini non si può parlare) che approfittano della loro vullerabilità. Noi napoletani siamo talmente ipocriti che vogliamo nascondere addirittuta l'esistenza della Camorra. C'è ed esiste lo sa tutto il mondo ma guai se tutto il mondo ci tocca e parla di Camorra dobbiamo essere solo noi a parlarne perchè se anche un cantante, un attore, uno show man come Celentano ne parla si scatena il mondo intero. Adriano lo sappiamo tutti nei suoi spettacoli ha sempre parlato del sociale e di quello che accade in italia facendolo senza giri di parole in maniera nuda e cruda come lo ha sempre fatto per far si che il suo messaggio arrivi a tutti, che vogliamo fare cambiare un uomo di 81 anni solo perche dice queste cose tra l'altro anche vere? Voglio ricordare che Adriano Celentano non è l'unico nel suo genere in italia e nel mondo un suo simile è il front man degli U2 Bono Vox quante canzoni ha scritto contro la politica, contro le guerre, contro l'apartheid, contro la fame nel mondo, contro la violenza.
2019-01-23 15:53:26
Caro Aragon io non ho visto la puntata e quindi probabilmente sarò di parte. Credo che sulla criminalità in tutto il sud ne abbiano parlato tutti sia con cognizione di causa che per sentito dire ma nessuno, e parlo di chi ne avrebbe o ne avrebbe avuto la competenza ed il dovere istituzionale, si è mai permesso di affrontare il problema e cercare una soluzione; al contrario mi risulta che sono stati sottoscritti patti scellerati con la criminalità organizzata rendendola più forte e onnipotente. Aggiungo infine che, secondo il mio modesto parere, la vera mafia sta nei palazzi romani e a Piazza Affari (Milano) e ovunque girano velocemente enormi quantità di denaro (non certamente al sud) dove non si usano le armi tradizionali ma armi più sofisticate. Tanto per citare qualche esempio ricordiamo Sindona, Calvi, Tanzi e tanti "manager" bancari e non che hanno ridotto sul lastrico migliaia di persone causandone a volte il suicidio.
2019-01-24 11:44:37
Ho visto sia la prima che la seconda puntata e di certo non guarderò il resto perchè sinceramente non mi ha entusiasmato. Parlo per quanto riguarda la camorra da che mondo è mondo al di la dei traffici illeciti che sappiamo tutti droga prostituzione e racket ci sta anche il mattone. Per anni i Casalesi hanno fatto le loro fortune con il mattone e con i rifiuti vogliamo dire che lo sappiamo noi e non lo devono sapere gli altri. Non lo so se è gia andata in onda perche vedendo in tv l'anteprima ma sicuramente nella prossima parte ci sarà la terra dei fuochi in mezzo. Vogliamo dire che la terra dei fuochi non esiste che le migliaia di persone specialmente bambini non vedranno l'adolescenza a causa dei tumori è frutto di immaginazione? Purtroppo è tutto vero. Sono argomenti che vengono affrontati e sopratutto denunciati nudi e crudi perchè nessuno sopratutto lo stato non sta facendo nulla parliamoci chiaro. "Mafia International" è stato un modo esagerato ed esasperato per descrivere Napoli. Ma vedetelo dall'altro verso della medaglia che sicuramente è una denuncia a tutto questo marciume. Come anche le frasi definite sessiste alla fine sto cristiano che ha detto che se non avessero bevuto qualche bicchiere di meno avrebbero evitato l’approccio con dei tipi poco raccomandabili. Ma per cortesia.
2019-01-23 12:18:15
QUESTO PERSONAGGIO ,che come tutti quelli made in lombardia hanno il pregio di saper fare marketing di sé, dal punto di vista artistico non può nemmeno sognare di avvicinarsi al talento di Massimo Ranieri.

QUICKMAP