Amazon, concorrenza napoletana:
c'è Ottazon, la risposta di Ottaviano

Sabato 28 Novembre 2020

Nasce ad Ottaviano la prima piattaforma di marketing interamente finanziata da un ente pubblico a favore del commercio on-line per dare una mano ai commercianti locali in crisi a causa della pandemia. Una piattaforma che consentirà ai commercianti, esclusi quelli della ristorazione, di vendere e di avere una vetrina online per consentire alla propria clientela acquisti direttamente da casa. È stata ribattezzata Ottazon e sfiderà i giganti dell'e-commerce.

«Molti sindaci - ha spiegato il primo cittadino, Luca Capasso - per favorire il commercio locale stanno invitando i residenti ad acquistare nel proprio paese» «Noi abbiamo voluto fare qualcosa in più, visto che fortunatamente molte persone restano a casa per paura della pandemia. Ma questa cosa sta influendo sulla crisi del settore e quindi abbiamo lanciato questa piattaforma, realizzata con la società To.do.lab che ci ha dato un grosso aiuto, che consentirà ai commercianti di esporre i propri prodotti e di avere un rapporto diretto con la clientela. Chi acquista online dai nostri commercianti - aggiunge - riceverà i prodotti a casa e pagherà alla consegna».

Il costo dell'operazione si aggira sui 20mila euro che, secondo il sindaco, non sarebbero bastati per dare un aiuto economico a ciascun commerciante in difficoltà, sottolineando anche che il comune ha «solo finanziato la realizzazione della piattaforma, ma poi non entrerà in alcun modo nelle transazioni». Capasso, infine, ha spiegato che il Comune ha anche stanziato 100mila euro dal bilancio comunale, per poter istituire un fondo di solidarietà per chi è in difficoltà economica a causa del Covid. «Avevo chiesto alla Regione di sposare l'iniziativa - ha concluso - ed invitato tutti i dipendenti pubblici campani, i politici, i nostri parlamentari, a contribuire con un minimo per fare una cassa comune. Ma nessuno ha risposto, quindi faremo da soli».

© RIPRODUZIONE RISERVATA