Visit Italy supera Italia.it:
successo made in Naples

In pochi mesi un team di giovani startupper, supera i risultati ottenuti in 10 anni da Italia.it, il portale ministeriale nato per promuovere l'offerta turistica italiana.
 
È napoletana la startup titolare del progetto Visit Italy, si chiama Marketing Italia ed in nove mesi ha unito oltre 500.000 utenti in tutto il mondo. Una Community in continua crescita e tra le più attive del web, nata per valorizzare le migliori destinazioni e facilitare l’esperienza del viaggiatore durante il proprio soggiorno in Italia. Dall’altro lato Italia.it, con i suoi 480.000 utenti ottenuti in 10 anni.
 
Riassumendo brevemente la vicenda, il progetto Italia.it è stato avviato nel marzo del 2004 dal ministero per i Beni e le Attività Culturali ed affidato ad Innovazione Italia che ha assegnato parte dell’appalto a Ibm, Its e Tiscover.
 
La stessa situazione però emerge anche dal confronto web, dove il portale ministeriale appare totalmente fermo, mentre www.visititaly.eu è attualmente in corsa ai Web Awards di Bruxelles come migliore portale d’Europa nella categoria “House of”.
 
Occorre sottolineare che l'idea del Governo era assolutamente buona in quanto l'intero progetto avrebbe permesso di promozionare online l’Italia a livello mondiale, in maniera particolari le migliori destinazioni, residence, alberghi e ed attività a vocazione turistica e ricettiva. Un modo di generare incoming turistico, quello del marketing online, che negli ultimi anni ha fatto la differenza per le principali destinazioni Europee e mondiali.
 
I giovani professionisti di Marketing Italia infatti, a lavoro su Visit Italy, non sono nuovi del settore digital marketing turistico. La startup nasce nel 2016 con i progetti Visit Venezia e Visit Naples, quest’ultimo con oltre 200 milioni di views ottenuti in rete, ha contribuito ed una crescita turistica del capoluogo campano di +94% in 3 anni. L’azienda nel 2018 inizia a lavorare al progetto Visit Italy con una vision molto chiara: diventare il punto di riferimento per l’incoming turistico online e portare l’Italia al primo posto (attualmente al 5°) tra le mete turistiche mondiali. 
Martedì 18 Giugno 2019, 20:23
© RIPRODUZIONE RISERVATA