Sara Pedri scomparsa, la sorella: «Umiliata in ospedale. Mi diceva: spero di non svegliarmi più»

Sabato 10 Luglio 2021 di Valeria Arnaldi
Sara Pedri scomparsa, la sorella: «Umiliata in ospedale. Mi diceva: spero di non svegliarmi più»

La paura di non farcela, o meglio di non farcela più. E la disperazione di chi, ogni giorno, si mette in gioco, ma arriva a sera, sentendosi sempre sconfitto. Nonostante impegno e meriti. Nonostante la tenacia. Sono di ansia e terrore le parole - e i sentimenti - ricorrenti negli ultimi scritti di Sara Pedri, ginecologa di Forlì, 31 anni, che lavorava all'ospedale Santa Chiara di Trento, scomparsa lo scorso 4 marzo. E ora è proprio nei suoi...

Il testo completo di questo contenuto a pagamento è disponibile agli utenti abbonati
Ultimo aggiornamento: 17:08 © RIPRODUZIONE RISERVATA