Look per le feste 2021,gli outfit promossi e quelli bocciati per Natale e Capodanno

Mercoledì 15 Dicembre 2021 di Costanza Ignazzi
Look per le feste, dal velluto al completo pigiama: gli outfit promossi e quelli bocciati

Le feste sono alle porte e il nostro guardaroba come al solito verrà scandagliato alla ricerca dell'outfit perfetto. Tra pranzi di Natale con i parenti, cene preparatorie con gli amici e un Capodanno che ancora non si sa bene come sarà rischiamo di perdere il senso dell'orientamento stilistico: ecco tre look promossi da ingegnare per il 2021 e tre altri che invece è bene lasciare nel dimenticatoio, almeno per quest'anno.

Pantone, Very Peri è il colore del 2022: significato e origine della neo-nuance

​Natale 2021, cinque idee regalo originali per chi è a corto di immaginazione

Promossi

1. Total velvet. Il velluto è sempre una buona idea, ma di questi tempi è tornato prevalentemente di moda. Che sia un semplice abito nero da accessoriare sapientemente o qualcosa di bordeaux a tema per le feste, che sia un maxidress o un tailleur a zampa di elefante, il velluto grida "hey, festeggiamo" da tutte le fibre pur non rischiando di farci guardare con sufficienza dalla vecchia zia di turno. Da sfoggiare fiduciose.

2. Tartan. Avete presente il Natale anni Ottanta, Miracolo sulla 34esima strada e il trend vacanze di Natale su TikTok? Una semplice gonna di tartan fa miracoli (appunto) per farci sembrare à la page anche con un dolcevita nero che tutti abbiamo nell'armadio. Chi si sentisse estrosa può anche osare un blazer a tema: non sbaglierà.

3. La tuta. Aiutateci a dire sì alla jumpsuit, che sia di lurex a palazzo o total black a manica lunga. Magari cut out con un po' di pelle in vista, è particolare senza essere ripetitiva, una boccata d'aria rispetto ai soliti look visti e rivisti per le feste. Abbinateci un tacco anni Settanta anche se sarete a casa davanti al countdown in tv: e buon 2022 a tutti.

 

Bocciati

1. Il completo in stile pigiama. Stiamo per dire una cosa impopolare: fa molto anno scorso e aver speso una piccola fortuna per quello con le piume non è una buona ragione per riproporlo a ogni festa comandata. Peraltro abbiamo passato in pigiama gli ultimi due anni, tra lockdown e smartworking e se, come sembra, finalmente si potrà mettere piede fuori casa stavolta lo faremo abbigliate di tutto punto. 

2. Flower power. Tutte ci siamo sentite, a un certo punto delle nostre vite, bohémien nell'animo e nel vestiario ma - seconda affermazione impopolare - i vestiti floreali ci hanno stufato e non sono un outfit adatto né alle feste né alle uscite serali da settembre in poi. Riponeteli nel cambio di stagione e ripensateci a maggio. Forse.

3. La gonna tutù. Solo se siete Carrie Bradshaw in giro per New York, ma la Carrie d'annata, non quella - vedova - che ci hanno propinato in And just like that (questione che non riusciamo proprio a superare). Gli anni Duemila sono finiti, gente, e anche se non lo fossero l'unico elemento Y2K che non è tornato di moda è proprio quello. Passate oltre. 

Video

 

Ultimo aggiornamento: 10:18 © RIPRODUZIONE RISERVATA