il dramma

Maltempo a Ischia: frana a Casamicciola, una donna morta e 15 dispersi; 200 sfollati, grave 60enne

L'ondata di maltempo che ha colpito l'isola

Proseguono le ricerche nella notte
Proseguono le ricerche nella notte
Sabato 26 Novembre 2022, 09:03 - Ultimo agg. 27 Novembre, 10:30

Casamicciola, ricerche nella notte con i gruppi elettrogeni

Proseguono senza sosta le ricerche delle undici persone date per disperse a seguito della frana che nella mattinata di oggi ha investito il centro abitato di Casamicciola. I gruppi di volontari stanno battendo la zona collinare del comune isolano palmo a palmo. La zona è illuminata con i gruppi elettrogeni. Dove siano finiti è ancora presto per dirlo. La furia dell'acqua ha scaraventato decine di auto in mare, anche alcune che erano sostate non in prossimità del porto. 

Ischia, domani Consiglio dei ministri per lo stato di emergenza

Il Consiglio dei ministri è convocato domani, domenica 27 novembre 2022, alle ore 11.00 a Palazzo Chigi, per l'esame del seguente ordine del giorno: - dichiarazione dello stato di emergenza in conseguenza degli eccezionali eventi meteorologici verificatisi nel territorio dell'isola di Ischia a partire dal 26 novembre 2022. 

Frana Casamicciola, l'Ordine professioni sanitarie: "Pronti a fornire soccorso e assistenza"

«Frana a Ischia, l'Ordine professioni sanitarie Tsrm Pstrp di Napoli è pronto a cooperare per aiuto soccorsi e assistenza». Così Franco Ascolese, che ha messo a disposizione il proprio aiuto ai soccorsi impegnati a Ischia per prestare soccorso dopo la catastrofica frana a Casamicciola avvenuta questa mattina. «Come Ordine delle professioni sanitarie di Napoli, Avellino, Benevento e Caserta - sottolinea Ascolese - abbiamo deciso di mettere disposizione della macchina dei soccorsi una squadra di camici bianchi tra tecnici sanitari di radiologia medica, tecnici di laboratorio e terapisti dell'area della riabilitazione in parte già presenti a Ischia, in quanto residenti e che hanno prontamente raggiunto il loro posto di lavoro all'ospedale Rizzoli, e altri pronti a partire da Napoli per l'isola se dovesse essere necessario. Siamo innanzitutto vicini alla popolazione di Ischia e Casamicciola - continua Ascolese - e in particolare alle famiglie che hanno perso la casa o sono bloccati dalla frana in queste ore drammatiche. Prenderemo contatti con la Prefettura per dare la nostra disponibilità».
 

 

Il prefetto Palomba ai residenti nella zona rossa: «Lasciate le vostre case»

Sono al momento circa 130 le persone sfollate dalle abitazioni a ridosso della «zona rossa» interessata dalla frana a Casamicciola Terme, sull'isola d'Ischia. Lo ha fatto sapere il prefetto di Napoli Claudio Palomba, intervenuto al Tg1, che ha anche lanciato un appello «alle persone che hanno paura di lasciare la propria abitazione: sistemeremo tutti in albergo, però per questi giorni lasciate la vostra casa», ha detto Palomba. Le operazioni di soccorso, ha raccontato il prefetto, «sono state estremamente difficili perché il maltempo non ci ha assolutamente abbandonato, tanto è vero che gli elicotteri dei vigili del fuoco, finanza e protezione civile non sono riusciti ad atterrare. Però abbiamo anche i droni in attività, gli elettrogeni della protezione civile e dei vigili del fuoco e si continuerà a intervenire». Il bilancio, ha detto ancora il prefetto, è di un morto accertato, 11 dispersi e 13 feriti di cui solo uno in condizioni «un pò più gravi». 

Il sindaco di Ischia Ferrandino: «Dieci persone non ancora raggiunte dai soccorritori»

«Delle circa cento persone nella zona di via Celario, a Casamicciola, intrappolate nelle proprie case senza acqua e senza luce, resta da raggiungerne una decina. Tutte le altre sono state messe in salvo». Lo riferisce il sindaco di Ischia Enzo Ferrandino. 

Riunito a Napoli il centro coordinamento soccorsi

Si è riunito, nei locali della Prefettura di Napoli, il Centro di coordinamento dei soccorsi alla presenza del ministro per la Protezione civile Nello Musumeci per fare il punto su quanto accaduto a Ischia.

Casamicciola, De Luca: «Sono 150 le famiglie sfollate»

«Dalle prime verifiche effettuate, sono 150 le famiglie che non potranno far rientro nelle loro abitazioni a causa di situazioni di pericolo e delle condizioni idrogeologiche». Ne dà notizia il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca. «Insieme alla ricerca dei dispersi - spiega il governatore in una nota - l'altra grave emergenza è quella abitativa, per la quale la Regione sta definendo insieme ai sindaci le più opportune soluzioni, garantendo condizioni di piena sicurezza. Segnaleremo questa ulteriore e grave situazione alla Presidenza del consiglio e alla Protezione civile, con l'obiettivo di evitare il prolungarsi di condizioni di precarietà per gli sfollati. È indispensabile, vista l'impossibilità per le famiglie di rientrare nelle proprie abitazioni nelle zone più colpite - conclude De Luca - definire il trasferimento in altro luogo, in sicurezza. È questa l'altra grave emergenza che preoccupa in queste ore».

Frana a Casamicciola, la solidarietà del presidente francese Macron

Il presidente della Repubblica francese Emmanuel Macron ha parlato questo pomeriggio con il presidente del Consiglio italiano Giorgia Meloni per esprimere il suo sostegno e la sua solidarietà dopo i drammatici eventi dell'isola di Ischia. È quanto riferiscono fonti dell'Eliseo. 

Ordine Assistenti Sociali della Campania vicini alla popolazione

Il Presidente ed il Consiglio CROAS Campania esprimono vicinanza e solidarietà alla popolazione ed ai colleghi Assistenti Sociali dell'isola d'Ischia ed in particolar modo del Comune di Casamicciola Terme, colpito dalla grave emergenza ambientale di queste ore. «Si rappresenta - si legge in un comunicato firmato dalla presidente regionale Gilda Panico - che è stata espressa forte vicinanza altresì dal Consiglio Nazionale CNOAS nella persona del presidente Gianmario Gazzi e da tutti i presidenti dei CROAS Regionali»«Proprio per il supporto di cui avranno bisogno i colleghi nei prossimi giorni - si legge ancora nel comunicato - per le attività di servizio sociale in favore della popolazione è stata prontamente richiesta, al Dipartimento per la Protezione Civile, allo staff Protezione Civile Regionale ed alla Prefettura di Napoli, l'attivazione dell'associazione Assistenti Sociali per la Protezione Civile Nazionale e Regionale».

Manfredi: «Duecento uomini in cerca dei dispersi»

«Abbiamo avuto grandi difficoltà stamattina per mandare a Ischia le forze necessarie per affrontare la frana. Ora la situazione sta migliorando e ci sono oltre 200 uomini sull'isola con il coordinamento della Protezione Civile. Si lavora per cercare gli ultimi dispersi e mettere in sicurezza le persone coinvolte nel crollo». Lo ha detto a Rainews 24 il sindaco della Città Metropolitana di Napoli Gaetano Manfredi. Manfredi sottolinea che le persone sfollate «sono ora ospitate in zone sicure pubbliche o alberghi che hanno a messo a disposizione stanze» e descrive i problemi del pessimo meteo di stamattina: «Abbiamo fatto  un grande sforzo in mattinata per imbarcare le persone di soccorso su navi straordinarie partite da Napoli e Pozzuoli, anche per portare mezzi pesanti sull'isola. C'era un mare forza nove che ha reso il trasporto una fase molto complicata, ma ci siamo molto impegnati per l'accessibilità al porto e per far muovere le colonne mobili. È stata una situazione drammatica senza la presenza dei tanti vigili del fuoco e uomini della Protezione Civile necessari, che non riuscivano a raggiungere l'isola». Manfredi, sindaco di Napoli e della Città Metropolitana, sottolinea che «esiste un forte legame affettivo e storico tra Napoli e Ischia, una vicinanza assoluta, tanti napoletani che ci vanno a rilassarsi. Anche per questo legame abbiamo deciso di non tenere la prima del teatro San Carlo, come segno di vicinanza alle famiglie e al lutto». 

Musumeci: «Ora l'unica preoccupazione sono i dispersi»

«L'unica preoccupazione in queste ore è la sorte dei dispersi, la sistemazione temporanea degli sfollati e la tutela degli abitanti delle zone più vulnerabili. Subito dopo andrà fatto un serio ragionamento su come sia stata attuata in Italia la prevenzione strutturale e sui necessari correttivi da apportare». Lo dichiara il ministro per la Protezione civile Nello Musumeci.

Mattarella chiama Manfredi: «Vicino alla popolazione e grato ai soccorritori»

Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, a quanto si apprende, ha chiamato il sindaco della Città metropolitana di Napoli, Gaetano Manfredi, per esprimere vicinanza per quanto avvenuto a Casamicciola e la riconoscenza per l'opera dei soccorritori. 

Il generale dei carabinieri Scandone: «A Ischia anche i Forestali con i droni»

Il Generale Enrico Scandone, comandante provinciale dei carabinieri di Napoli, fa il punto sull'intervento a Ischia: «Agli 80 carabinieri normalmente presenti sull’ischia che da subito si sono attivati nelle ricerche dei dispersi si sono aggiunti altri 21 militari del Reggimento Campania. Sono dotati di veicoli fuoristrada, in grado di raggiungere anche le zone più difficili. Domani ne arriveranno altri 10. Si tratta di un potenziamento fortemente voluto per aumentare le capacità della macchina dei soccorsi, per controllare il territorio ed evitare episodi di sciacallaggio».

«Con le 10 unità del Reggimento Campania, domani, arriveranno anche 6 carabinieri forestali -  prosegue il generale - Tre saranno dotati di droni, 2 sono specializzati in materia di dissesto idrogeologico. I loro rilievi saranno messi a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. Intanto, gli sfollati saranno ospitati in strutture alberghiere dell’isola. Siamo vicini alla popolazione ischitana e lavoreremo giorno e notte fino a quando non avremo trovato e soccorso tutti i dispersi».

Frana Casamicciola, in ansia per una giovane mamma dispersa

«Per fortuna in casa non abbiamo avuto danni ma sono molto angosciata perché tra le persone che sono disperse c'è anche una giovane mamma che conosco». Carmela, 24 anni, vive in via Celario, che non dista molto da piazza Maio, a Casamicciola dove si registrano i danni maggiori «Noi siamo rimasti in casa - aggiunge - in attesa delle prime verifiche. Sono state ore di angoscia. In casa è mancata la corrente». E di attesa di notizie positive che però «non sono arrivate», aggiunge con amarezza Carmela.

Ischia, 60enne trasferito in ospedale a Napoli: è in prognosi riservata

Un uomo di 60 anni ferito nella frana di Casamicciola, sull'isola d'Ischia, è stato trasferito all'ospedale Cardarelli di Napoli dove è ricoverato in prognosi riservata nel reparto Trauma center. L'uomo ha riportato un politrauma da schiacciamento; trasportato in un primo momento all'ospedale Rizzoli di Lacco Ameno, è stato poi trasferito sulla terraferma nell'ospedale napoletano. Altre due persone ferite sono ricoverate al Rizzoli per ferite di minore gravità e non in pericolo di vita. All'ospedale Rizzoli è stato portato anche il corpo senza vita della donna di 30 anni al momento unica vittima accertata. 

Frana a Ischia, l'intervento del capo della Protezione civile Fabrizio Curcio

Video

 

Frana Casamicciola, rinforzi dell'Esercito: in arrivo altri elicotteri e la nave San Giorgio

Prosegue il supporto delle forze armate ai soccorsi a Casamicciola, su disposizione del ministro della Difesa, Guido Crosetto, in coordinamento con il dipartimento della Protezione civile. Dopo l'invio di un elicottero dell'aeronautica militare, avvenuto nelle ore immediatamente successive alla frana, sono ora in corso i preparativi per inviare ulteriori forze militari in soccorso. ll personale della base logistica dell'esercito di Ischia è sul posto per effettuare i sopralluoghi mentre due ufficiali del Comando Forze operative Sud sono presenti nella sala operativa della prefettura di Napoli. Inoltre sono pronti a muovere con due ore di preavviso un plotone genio con attrezzature per l'intervento in pubbliche calamità è un plotone bersaglieri della Brigata Garibaldi dell'Esercito, con 15 veicoli di varia tipologia tra cui macchine per il movimento terra e autocarri cassonati. Un elicottero CH47 dell'aviazione dell'esercito è pronto al decollo in caso di necessità dall'aeroporto di Viterbo. Sono pronti anche la Nave San Giorgio della Marina Militare, con a bordo personale della battaglione San Marco, e un elicottero SH90, sta navigando dal Mar Ionio per avvicinarsi alle isole Flegree in caso di necessita di impiego.

La Ssc Napoli: «Dolore per la tragedia di Ischia, siamo vicini alla popolazione»

«Commozione e dolore per la tragedia di Ischia. Siamo vicini alla popolazione e alle famiglie delle vittime e dei dispersi». Così la Ssc Napoli in merito alla tragedia che ha colpito l'isola di Ischia.

Sangiuliano: «Doveroso cordoglio ai familiari della vittime»

«Esprimo il doveroso cordoglio ai familiari della vittime. Speriamo che il numero dei morti non cresca e che i dispersi possano essere ritrovati. Solidarietà a chi ha perso la casa, ai feriti e a tutta la popolazione dell'isola». Lo ha detto il ministro della Cultura, Gennaro Sangiuliano, intervenuto al punto stampa in Prefettura a Napoli sulla situazione di Casamicciola. Sangiuliano ha evidenziato «l'alto livello di efficienza e di operatività di tutti i soggetti preposti». 

Tajani: «Salvini? Nella concitazione qualcuno gli avrà riferito numeri sbagliati»

«Salvini? Non ho parlato con lui, ma evidentemente c'erano numeri che qualcuno ha detto che venivano dall'isola, magari nella concitazione qualcuno ha riferito dei numeri al ministro Salvini, non ne so di più». Così il vicepremier e ministro degli Esteri Antonio Tajani, al termine della riunione del centro coordinamento soccorsi per la frana di Ischia in Prefettura a Napoli, rispondendo a una domanda su un possibile «corto circuito» nella comunicazione all'interno del Governo, alla luce di quanto dichiarato dal ministro delle Infrastrutture Matteo Salvini circa la notizia di 8 morti, poi smentita dal prefetto di Napoli.

Frana a Ischia, l'intervento del sindaco di Napoli Manfredi

Video

 

Meloni: «Ischia, governo pronto a fare la sua parte». Ministri allertati per un Cdm urgente

«Il governo è pronto a fare la sua parte dopo la tragedia di Ischia». Lo ha detto la premier Giorgia Meloni che ha appena lasciato la sede della Protezione Civile, dove è rimasta a lungo videocollegata con il comitato operativo del centro di coordinamento soccorsi allestito alla Prefettura di Napoli. La premier ha fatto il punto con il Capo della Protezione Civile Curcio, i sindaci di Ischia, il governatore campano De Luca, il ministro dell'Interno Piantedosi e quello degli Esteri Tajani. Giorgia Meloni ha assicurato che allerterà tutti i ministri per un eventuale consiglio dei ministri da convocare d'urgenza.

Frana a Ischia, l'intervento del ministro Tajani

Video

 

Curcio: «Sarà una notte impegnativa, tutte le strutture attivate al massimo livello»

«Sarà una notte impegnativa per tutti coloro che si alterneranno al prosieguo delle attività urgenti». Lo ha detto Fabrizio Curcio, capo del Dipartimento di Protezione civile, a Napoli dove ha partecipato alla riunione del centro coordinamento soccorsi in Prefettura. «Era importante mostrare che tutte le strutture sono attivate al massimo livello», ha aggiunto Curcio, facendo sapere di aver ricevuto da diversi presidenti di Regione la disponibilità di fornire aiuti «come spesso accade nel nostro Paese nei momenti di difficoltà». 

Casamicciola, la conferenza stampa del prefetto di Napoli Claudio Palomba

Video

 

Ordine Farmacisti al fianco di Ischia

«Siamo al fianco umanamente e con un aiuto concreto alle famiglie coinvolte negli accadimenti di queste ore ad Ischia. Con il progetto “Un farmaco e una visita per tutti” ho già predisposto un team di professionisti e presìdi che possano andare a supportare la popolazione con sostegni efficaci e immediatamente realizzabili» dichiara l’ assessore alla Salute e al Verde del Comune di Napoli e presidente dell’Ordine dei Farmacisti di Napoli

Casamicciola, i soccorsi delle persone intrappolate dalla frana

Video

 

Il Prefetto: otto dispersi trovati, mancano 10 persone

«Attualmente il decesso accertato è uno, una donna. Otto dispersi sono stati trovati, tra cui un bambino, e abbiamo ancora una decina di dispersi». Così il prefetto di Napoli Claudio Palomba, facendo un punto sulle operazioni di soccorso a Casamicciola, sull'isola d'Ischia, al termine della riunione del centro coordinamento soccorsi che si è tenuta nel pomeriggio in Prefettura. 

Il Cnr: a Ischia pioggia come mai negli ultimi 20 anni

A Ischia si sono raggiunti 126 mm di pioggia in sei ore, dato mai raggiunto in ultimi 20 anni. È quanto osserva il Cnr. I pluviometri dell'Isola d'Ischia posti nelle vicinanze di Casamicciola Terme hanno registrato piogge intense a partire dalla mezzanotte del 25 novembre. In particolare, il picco massimo di pioggia oraria sui due pluviometri più vicini è stato di 51,6 mm a Forio e di 50,4 mm a Monte Epomeo. La zona di Casamicciola nella quale le piogge hanno causato la frana e i danni registrati - fa sapere ancora il Cnr - è un'area dell'Isola in cui vari autori hanno riconosciuto e descritto numerosi eventi franosi con danni sia al territorio che alle case, alle terme e anche alle persone. Le cartografie dei Piani di Assetto Idrogeologico (PAI https://idrogeo.isprambiente.it) riportano infatti valori di pericolosità da frana molto elevati per queste aree dell'Isola d'Ischia. Per quanto riguarda gli eventi storici che hanno causato danni alle persone, i dati del catalogo gestito da CNR IRPI evidenziano come nella zona di Casamicciola Terme si siano già verificate frane che hanno causato perdita di vite umane, tra cui nel 1910, durante un evento molto intenso, alluvioni con elevato trasposto solido, crolli e numerosi dissesti diffusi causarono 11 morti. In anni più recenti una vittima si è registrata nel 1987, quando un crollo di roccia distrusse un ristorante, e infine nel 2009, sempre nel mese di novembre, una colata di fango e detrito ha travolto e ucciso una ragazza quattordicenne. 

Albergatori e ristoratori di Ischia offrono aiuti

Albergatori e ristoratori dell'isola d'Ischia hanno dato la loro disponibilità ad offrire accoglienza e pasti per sfollati e soccorritori di Casamicciola. Nella sede provvisoria del Comune è stato aperto il centro operativo comunale con il compito di gestire l'emergenza sfollati. È in corso sull'isola anche la ricerca di strutture pubbliche, come palestre e scuole, dove accogliere temporaneamente persone rimaste senza casa.

Le nuove drammatiche foto

Gli scatti di Alessandro Garofalo di Newfotosud per Il Mattino 

 

 

Casamicciola, la prima vittima è una donna dell'Est Europa

È una donna provieniente da un Paese dell'Est e sposata sull'isola con un cittadino di Casamicciola la prima vittima della frana verificatisi sull'isola. È quanto si apprende dai soccorritori intervenuti sul posto. 

De Luca: "Stato di emergenza per Casamicciola"

«La Regione Campania ritiene necessario chiedere lo stato di emergenza per l'isola di Ischia e i territori colpiti da questi eventi atmosferici disastrosi. Esprimo il ringraziamento alle forze della Protezione Civile regionale e nazionale, alle Forze dell'ordine, ai volontari, al personale sanitario, per l'impegno profuso da questa notte». Così il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca. «Ringrazio per l'attenzione manifestata il Presidente del consiglio Meloni. Valuteremo nelle prossime ore insieme con i sindaci interessati gli interventi di sostegno più urgenti, in aggiunta a quelli già in campo da mesi. È un momento di dolore e di grande emergenza, che richiede un impegno straordinario», aggiunge De Luca. «La Regione delega il solo Prefetto di Napoli a comunicare ogni informazione. È auspicabile che non si assista a dichiarazioni propagandistiche, e non verificate, a cui abbiamo assistito, anche da parte di chi non ha nessun ruolo, o da parte di chi storicamente ha difeso ogni forma di abusivismo», conclude De Luca.

Di una donna il primo corpo ritrovato

È una donna la prima vittima accertata della frana di Casamicciola. Il corpo è stato individuato e recuperato in piazza Maio, dove è stata travolta dal fango. Si tratta di una delle prime zone battute dai soccorritori. Lo riferiscono fonti delle forze dell'ordine. Non è ancora nota la sua identità.

Il ministro Piantedosi: è ufficiale, 12 dispersi

«La situazione è molto grave. Come è stato già comunicato dalla prefettura di Napoli al momento ci sono 12 dispersi che vengono segnalati. La comunicazione ufficiale è incentrata come si conviene sulla prefettura di Napoli. Lo ha detto il ministro dell'Interno, Matteo Piantedosi,  rispondendo dalla sala operativa dei vigili del fuoco, da dove sta seguendo le operazioni di soccorso per la frana a Casamicciola. Piantedosi ha anche specificato: »Per il momento abbiamo solo dispersi, la comunicazione ufficiale sui decessi potrà avvenire soltanto allorquando le persone recuperate vengano portate in ospedale«. 

La frana partita dalla sommità del monte Epomeo

Ora che si stanno diradando le nuvole dal lungomare di Casamicciola si vede con chiarezza da dove la scorsa notte si è staccata la frana che è scesa fina al mare. E' dalla sommità del nomte Epomeo ad un'altezza di circa 780 metri. Il fango sceso giù ha cancellato parte della vegetazione. La frana, come si vede dal basso, ha cancellato, come se fosse un colpo di spugna, la vegetazione. Poi dalla parte di Casamicciola ha percorso le strade invadendo le case, sventrando porte e pareti. In piazza, a prestare conforto ai suoi concittadini, c'è l'ex sindaco Giovanbattista Castagna che era sindaco anche quando c'è stato il terremoto.

La testimonianza: "Salva per questione di secondi"

«È stata una questione di un secondo. Mio figlio gridava "mamma scappa". Poi non si è capito più nulla». Irina è una donna ucraina che vive a Casamicciola da circa venti anni. Della sua casa, in via quarta traversa San Felice, resta ben poco. I soccorritori stanno ancora scavando il fango ma tutte le masserizie e l'arredamento non sono utilizzabili. »Abbiamo sentito un rumore come il terremoto. Questione di secondi«, aggiunge in lacrime la donna.

Insediato il centro di coordinamento dei soccorsi

«Il Centro di coordinamento soccorsi del ministero dell'Intero si è subito insediato con tutta la componente della Protezione civile regionale, della Capitaneria di porto, i vigili del fuoco che stanno operando costantemente da stamattina». Lo ha riferito il prefetto di Napoli, Claudio Palomba, parlando con la stampa delle operazioni di soccorso e di intervento in corso a Casamicciola. Palomba ha riferito che sul posto si sono «centinaia di uomini». Alla riunione, a quanto riferito, si è collegato anche il ministro dell'Interno, Piantedosi, che - ha detto il prefetto - «si è aggiornato sulla situazione e ci ha dato la massima disponibilità». 

Tajani in Prefettura per le sinergie istituzionali

Il vice presidente del Consiglio e ministro degli Esteri, Antonio Tajani, è nella sede della Prefettura di Napoli per partecipare alla concertazione degli sforzi istituzionali per affrontare la situazione di Casamicciola.

Manfredi: c'è una prima vittima accertata

C'è una vittima accertata a Casamicciola Terme, comune dell'isola d'Ischia colpito da una frana all'alba. Lo rende noto Gaetano Manfredi, sindaco della Città metropolitana di Napoli che oggi ha partecipato in Prefettura al Centro coordinamento soccorsi. «Al momento - dice Manfredi - c'è notizia di una vittima sicuramente accertata e ci sono ancora una decina di dispersi. La situazione si sta delineando con più precisione, perché purtroppo il problema è stato che per le condizioni atmosferiche assolutamente proibitive, perché abbiamo un mare forza 9 e un vento che rende impossibile l'atterraggio e il decollo degli elicotteri, il quadro si è riuscito a comporre solamente da poco tempo, da qualche ora».

Castiello:vicina alla gente di Ischia

«Sono vicina alla popolazione di  Casamicciola, colpita dal violento nubifragio. Ho chiamato i sindaci dell'isola e mi sono sentita sia con i ministri Salvini che Piantedosi. E' una situazione difficile, che mette tristezza e angoscia», lo ha dichiarato Pina Castiello Sottosegretario alla presidenza del Consiglio dei Ministri.

Annullata la prima del San Carlo

La Fondazione Teatro si San Carlo in accordo con il Ministro della cultura Gennaro Sangiuliano e il Sindaco Gaetano Manfredi, anche in qualità di presidente della Fondazione, comunica l’annullamento dell’opera inaugurale “Don Carlo” prevista per oggi alle ore 17,00 in segno di lutto per la tragedia che ha colpito l’isola di Ischia. Il teatro stasera resterà chiuso per lasciare spazio al silenzio ed al rispetto per chi ha subito una grave perdita, in segno di vicinanza e conforto.

I video dell'inviato del Mattino

I drammatici video del nostro inviato sull'isola d'Ischia, Valentino Di Giacomo, dove stanotte, nel comune di Casamicciola, si è verificata una tremenda alluvione. 

Video

 

Video
Video

 

Arrivati altri 70 vigili del fuoco

Sull'isola di Ischia sono arrivati finora una settantina di uomini dei vigili del fuoco di rinforzo con traghetti e con un elicottero del corpo. Lo si apprende dagli stessi vigili del fuoco. Il nuovo gruppo arrivato sta ora lavorando in collaborazione con le tre squadre di Ischia impegnate da questa notte. I vigili del fuoco confermano che al momento non sono state trovate vittime sull'isola. Altri uomini dei vigili del fuoco continueranno ad arrivare sull'isola del Golfo di Napoli nelle prossime ore anche se ci sono problemi di collegamenti. 

Il ministro Piantedosi: 12 dispersi, forse sono nel fango

Il ministro dell'Interno Piantedosi ha sottolineato che sono 12 i dispersi e che non si può parlare di morti finché i cadaveri non vengono ritrovati ma i 12 dispersi probabilmente sono sommersi dal fango.

I crolli ai Giardini Walton

Crollo a Forio di una parte del muraglione esterno dei Giardini Walton, la fondazione guidata da Re Carlo d'Inghilterra. Chiusa la strada.

Il prefetto: non ci sono morti accertati

Al momento non ci sono morti accertati a Casamicciola Terme, comune dell'isola d'Ischia colpito da una frana che ha travolto diverse abitazioni. Lo conferma il prefetto di Napoli, Claudio Palomba, nel corso di un punto stampa tenuto in Prefettura, dove è stato attivato il centro coordinamento soccorsi, insieme al presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, il sindaco della Città metropolitana di Napoli Gaetano Manfredi e il ministro della Cultura Gennaro Sangiuliano. «Al momento, da tutte le istituzioni coinvolte, non abbiamo segnalazioni di morti accertate, non sono stati recuperati cadaveri», ha detto il prefetto. 

I carabinieri: al momento nessun cadavere

I carabinieri hanno diffuso una nota secondo la quale «al momento, per fortuna, NON sono stati trovati cadaveri. Siamo in contatto con tutte le forze in campo e per il momento NON ci sono morti». 

Il racconto: è stato terribile

«Verso mezzanotte ha iniziato a piovere fortissimo. Dalle tre abbiamo iniziato a sentire dei boati. È venuta giù la prima frana, poi un'altra verso le 5. Una cosa impressionante, forse peggio dell'alluvione del 2009 e tremendo quanto il terremoto del 2017». Lo dice all'Ansa Lisa Mocciaro, illustratrice di libri per bambini, ora prigioniera in casa al terzo piano dell'abitazione di Casamicciola. Il primo piano dello stabile è stato invaso dal fango. Gli altri abitanti del palazzo hanno trovato riparo nella sua casa: i vigili del fuoco hanno consigliato di non muoversi per evitare problemi qualora la pioggia continuasse a scendere. 

Ischia, il ministro Sangiuliano in Prefettura

Ischia, ministro Gennaro Sangiuliano è arrivato in prefettura per seguire da vicino la situazione: «Adesso salgo e verificheremo tutto ciò che c'è da verificare - ha detto - Sicuramente si tratta di una cosa gravissima, tutto il mio cordoglio ai familiari delle eventuali vittime, questo lo dobbiamo accertare bene». 

Ritrovati papà, mamma e bimbo.

Scendono da tredici a nove i dispersi nella tragedia di Casamicciola. Le squadre di soccorso di carabinieri, vigili del fuoco e protezione civile hanno messo in salvo la famiglia con il neonato che era stata data inizialmente per dispersa. Ritrovati papà, mamma e bimbo. Non ci sono ancora aggiornamenti sulle loro condizioni. Intanto il Comando provinciale dei carabinieri spiega che, al momento, non è stato ritrovato alcun cadavere. C’è speranza, quindi, di ritrovare in vita anche gli altri nove dispersi. Continui gli aggiornamenti tra le squadre di soccorso e la prefettura. Ora è il momento delle ricerche e delle preghiere.

Almeno 100 persone intrappolate nelle case

Attualmente nella zona di via Celario, a Casamicciola, si stima che siano almeno 30 le famiglie intrappolate nelle proprie case e che sono senza acqua e senza luce. Si tratta in totale di circa 100 persone che devono essere ancora raggiunte. La strada che porta alle loro abitazioni, via Santa Barbara, è attualmente impraticabile per il fango, i massi e i detriti che la ostruiscono e si sta provando a liberarla con diverse macchine movimento terra e idrovore. 

Salvini: 8 morti

«Sono otto i morti accertati per la frana a Ischia». Lo ha detto il ministro delle Infrastrutture e Trasporti Matteo Salvini nel corso dell'inaugurazione della nuova metropolitana M4 di Milano. «Ci sono i soccorritori che lavorano in condizioni difficili - ha concluso - Se è curato e protetto questo è il Paese più bello del mondo». 

In dubbio la Prima del San Carlo

A Napoli si sta in questi momenti decidendo se far saltare la Prima al San Carlo prevista per questa sera. Lo spettacolo Don Carlo, era stato anticipato alle 17 (anzichè alle ore 19 come precedentemente annunciato). Tuttavia in considerazione delle notizie che arrivano da Casamicciola si riflette se inaugurare oggi la stagione del teatro.

Il soccorso a un uomo nel fango

Le incredibili immagini di un salvataggio di un uomo completamente sommerso dal fango nella sua casa a Casamicciola.

Video

 

Salve due persone in auto

I due occupanti di un'auto trascinata in mare durante gli smottamenti a Casamicciola sono stati tratti in salvo. È quanto si apprende dai vigili del fuoco. Non si conosce, invece, la sorte di altri automobilisti le cui vetture risultano finite anch'esse in mare.

I vigili del fuoco sono impegnati nel soccorrere la popolazione e nella ricerca dei dispersi, ma sottolineano le difficoltà a raggiungere l'isola con motobarche ed elicotteri.

La vicinanza del Governo

Il Presidente del Consiglio Giorgia Meloni è in costante contatto con il Ministro Musumeci, il Dipartimento della Protezione civile e la Regione Campania per seguire l'evoluzione dell'ondata di maltempo che ha colpito Ischia. Il Governo esprime vicinanza ai cittadini, ai Sindaci dei comuni dell'isola d'Ischia e ringrazia i soccorritori impegnati nella ricerca dei dispersi.

L'accoglienza della Diocesi

La Diocesi di Ischia, «unita nel dolore e nella preghiera per la popolazione colpita nuovamente da questa calamità naturale», ha messo a disposizione come primi presidi di accoglienza per la  gente di Casamicciola il Centro Papa Francesco di Via Morgioni a Ischia e la Cittadella della Carità a Monterone a Forio. Attivati dei numeri per l'emergenza: 3934421870 - 3939776674 - 3297145342 - 
3496483213 - 3476010053

Chieste numerose sacche per cadaveri

All'ospedale di Ischia Rizzoli sono arrivate numerose richieste di sacchi per cadaveri dalle squadre dei soccorritori.

Uomo in codice rosso

Un uomo di circa 60 anni è stato trasportato in codice rosso all'ospedale Rizzoli di Ischia. È rimastro travolto da una frana in piazza Maio, una delle zone più colpite di Casamicciola. 

L'altra famiglia scomparsa

Secondo quanto si apprende, oltre ai cinque dispersi accertati a Casamicciola, non si hanno al momento notizie di una famiglia composta da padre, madre e due bambini che abitano a monte di Piazza Maio, nella zona interessata in pieno dalla frana e non ancora raggiungibile da parte dei mezzi di soccorso.

I soccorsi bloccati a Pozzuoli

Per rinforzare le operazioni di soccorso è in partenza da Pozzuoli un’unità operativa dei vigili del fuoco e della protezione civile. Si tratta del traghetto di linea in partenza da Pozzuoli in direzione Ischia delle 10.15, ma che partirà in ritardo su richiesta della Protezione civile che ha necessità di far giungere sul luogo del disastro di Casamicciola altri uomini e mezzi. L’incognita è rappresentata dalle condizioni del mare che, al momento, rendono complessa la navigazione verso l’isola.

Aiuti da tutta la Campania, attivato l'elisoccorso

Le squadre della Protezione civile regionale sono all'opera dall'alba a Ischia per soccorrere la popolazione rimasta colpita dalle frane.

Altri volontari, della Sma Campania e delle unità cinofile coordinati dalla Sala operativa regionale stanno arrivando da tutta la Campania con pale meccaniche, bobcat, motopompe, idrovore, escavatori e torri faro per garantire la continuità degli interventi anche in serata.

L'Asl Napoli 2 ha immediatamente attivato l'elisoccorso.

 

L'appello dei sindaci dell'isola

I sindaci dei comuni dell'isola d'Ischia invitano i cittadini a non uscire di casa e ad evitare gli spostamenti sul territorio. L'indicazione sarà oggetto di un'ordinanza che a breve pubblicheranno i sindaci di Ischia Enzo Ferrandino, di Lacco Ameno Giacomo Pascale, di Serrara Fontana Irene Iacono, di Barano Dionigi Gaudioso e di Forio Francesco Del Deo, e il commissario prefettizio di Casamicciola Terme Simonetta Calcaterra. Con l'ordinanza si disporrà ai cittadini di restare in casa «fino a cessata emergenza considerati i forti rischi per la pubblica e privata incolumità». 

Anche Manfredi in Prefettura per i soccorsi

Il sindaco della Città metropolitana di Napoli Gaetano Manfredi sta seguendo l'evolversi della situazione di Casamicciola e ha interloquito con il prefetto di Napoli Claudio Palomba e il commissario prefettizio del Comune di Casamicciola Simonetta Carcaterra. Manfredi si è recato in Prefettura per coordinare con il prefetto Claudio Palomba, che ha convocato il Centro coordinamento soccorsi, le attività da mettere in campo. I tecnici e gli operatori della Città metropolitana sono già sul posto, con tutti gli uomini e i mezzi a disposizione. 

Coordinamento soccorsi, partecipa De Luca

La Prefettura di Napoli ha convocato il Centro coordinamento soccorsi per affrontare la situazione che si è verificata sull'isola d'Ischia, in particolare nel comune di Casamicciola Terme, dove una frana si è abbattuta su diverse abitazioni e si contano al momento 13 dispersi. Al Centro coordinamento soccorsi partecipano il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca e il direttore della Protezione civile regionale Italo Giulivo. Le squadre della Protezione civile regionale sono all'opera dall'alba di questa mattina a Ischia per supportare i soccorsi alla popolazione rimasta colpita dalle frane che hanno interessato Casamicciola e altri punti dell'isola. Altri volontari, della Sma Campania e delle unità cinofile coordinati dalla Sala operativa regionale stanno arrivando da tutta la Campania dotate di mezzi di soccorso: pale meccaniche, bobcat, motopompe, idrovore, escavatori e torri faro per garantire la continuità degli interventi anche in serata.

Sospesi i collegamenti marittimi

Risultano interrotti al momento i collegamenti via mare per Ischia da Napoli, mentre sono garantite solo le corse da Pozzuoli con priorità per le squadre di soccorso attese sull'isola. La Asl Napoli 2 Nord ha attivato l'elisoccorso. Su parte della Campania e in particolare sulla fascia costiera oggi è in vigore l'allerta meteo di livello arancione diramata ieri dalla Protezione civile regionale. 

50 persone evacuate

La protezione civile sta evacuando 50 persone. Secondo le fondi ufficiali, i dispersi sono 13 ma a Ischia si parla di più di 20 dispersi.

A Casamicciola e sull'intera isola sta girando una catena sui social per rintracciare i dispersi e capire se qualcuno li ha messi in salvo.
 

Franano anche i Maronti

Una grossa frana ha interessato anche i Maronti, nel Comune di Barano. Si tratta di una zona molto franosa che si trova sul lato opposto di Casamicciola.

L'allarme per una nuova frana

La Protezione civile avverte che una nuova frana è possibile sul versante ad ovest rispetto a quelle che si sono già verificate. Le piogge abbondanti stanno "gonfiando" oltre ogni aspettativa il terreno. I residenti in quella zona sono stati allertati.

I dispersi salgono a tredici

Secondo fonti dei carabinieri, giunti sul luogo della frana alluvionale di Casamicciola, le persone disperse sarebbero tredici.

L'origine della frana di Casamicciola

Ufficiale: 5 persone disperse

Sono cinque i dispersi accertati della alluvione a Casamicciola Terme, secondo quanto riferiscono le forze dell'ordine sul territorio. Ma sono in corso accertamenti per verificare se vi siano altre persone coinvolte. Sui luoghi del disastro sono arrivate tutte le forze dell'ordine e le associazioni di protezione civile del territorio. Da Napoli sono in arrivo uomini e macchine movimento terra dei vigili del fuoco. 

Persone bloccate in hotel

Presso Hotel Terme Manzi ci sono alcune persone bloccate all’interno senza corrente elettrica. Stanno arrivando i soccorsi

L'idraulico salvato

L'idraulico estratto dalla colata di fango è stato ricoverato in ospedale perché ha subito diverse lesioni. Si chiama Giovan Giuseppe Di Massa.

La conferma dei carabinieri

Il comando dei Carabinieri conferma che ci sono almeno tre case travolte dalla frana in in località Rarone e che quindi ci sono diverse persone al momento date per disperse. Quindi è probabile il numero di 8 se non di piu

I soccorsi a Casamicciola

Le ultime immagini da Casamicciola

 

 

Altri dispersi

In via Celario 8 a Casamicciola manca all'appello anche una coppia: un ragazzo e una ragazza di 25 e 26 anni. I morti potrebbero essere 8

Le nuove foto

 

 

La famiglia dispersa

Potrebbero esserci dei morti: si tratta della famiglia di un tassista. La frana ha investito in pieno la loro abitazione che si trova ai margini zona rossa del terremoto. Il comando Carabinieri non conferma ancora che sono state vittime perché questa volta i soccorsi sono talmente difficili che non sono ancora riusciti a raggiungere il punto indicato dove potrebbe esserci gente sepolta dal fango.

Video

 

Fondi insufficienti

Il Comune è retto dal commissario prefettizio Simonetta Calcaterra che è in costante contatto con la unità di crisi della Prefettura. L'eurodeputato Giosi Ferrandino, già sindaco di Casamicciola, che si trova sul posto dichiara che «purtroppo dal 1910 al 2009 ad oggi, le frane sono una costante data la fragilità estrema del territorio nell'area di Casamicciola accentuata anche da fenomeni sismici e terremoti. Purtroppo i fondi stanziati dallo Stato per effettuare una rigorosa manutenzione delle antiche e validissime opere di contenimento delle frane, sono sempre stati insufficienti alla bisogna».

Soccorsi difficili

Il comando Carabinieri non conferma ancora che sono state vittime perché questa volta i soccorsi sono talmente difficili che non sono ancora riusciti a raggiungere il punto indicato dove potrebbe esserci gente sepolta dal fango.

Video

 

La zona del terremoto

 La frana ha investito in pieno la loro abitazione che si trova ai margini zona rossa del terremoto. Il comando Carabinieri non conferma ancora che sono state vittime perché questa volta i soccorsi sono talmente difficili che non sono ancora riusciti a raggiungere il punto indicato dove potrebbe esserci gente sepolta dal fango.

L'uomo recuperato e salvato

Un uomo è stato travolto dal fango: recuperato e salvato. È cosciente. Potrebbero, tuttavia, esserci dei morti: si tratta della famiglia di un tassista.

 

 

Danni, allagamenti e frane a Ischia, località Casamicciola Terme, dopo l'ondata di maltempo che ha colpito l'isola questa notte.

Questa mattina intorno alle 5 si è originata una frana dalla parte alta di Via Celario che ha raggiunto il lungomare in Piazza Anna De Felice. La frana ha travolto alcune auto in sosta trascinandole fino al mare. Carabinieri di Ischia e protezione civile sul posto.

Video

© RIPRODUZIONE RISERVATA