Invasione di insetti al Vomero, raccolta firme e esposto all'Asl

Cittadini raccolgono firme a via Scarlatti
ARTICOLI CORRELATI
di Antonio Folle

  • 251
Centinaia di firme raccolte in una mattinata dai residenti del Vomero per dire basta all'ormai atavico problema degli insetti che, a causa dei mancati interventi di disinfestazione, hanno ormai colonizzato i platani del quartiere collinare. L'enorme quantità di firme raccolte dai cittadini che, contestualmente, presenteranno un esposto formale all'Asl circa i mancati interventi sugli alberi da la cifra di un problema sempre più sentito dai cittadini. 
 

Gli esemplari di Corythucha ciliata - questo il nome scientifico degli insetti di origine nord-americana che hanno colonizzato i platani - non costituiscono un pericolo per l'uomo ma rischiano di provocare infiammazioni se ingeriti o inalati a causa delle loro dimensioni estremamente ridotte. Basta camminare pochi minuti a via Scarlatti o a via Luca Giordano - ma il problema è segnalato in quasi tutta l'area collinare - per ritrovarsi i capelli e gli abiti letteralmente invasi da questi fastidiosi insetti che somigliano vagamente a cimici e che, se non si tiene strettamente sotto controllo la popolazione, possono mettere a serio rischio la tenuta stessa degli alberi. 
 
 

«Stiamo raccogliendo firme per un esposto contro il Comune di Napoli - spiega Maria Teresa, una attivista del quartiere - che non interviene sugli alberi da anni. Basta guardare le dimensioni che hanno raggiunto gli alberi a via Scarlatti, con i rami che arrivano a invadere le finestre. La raccolta andrà avanti per qualche giorno, poi presenteremo formale esposto all'Asl. Come cittadini - prosegue - siamo fortemente rammaricati dalle dichiarazioni dell'assessore Ciro Borriello - dichiarazioni quasi immediatamente rettificate, ndr - secondo il quale il Comune non interviene sulla manutenzione perchè i cittadini non pagano le tasse. Noi le tasse le paghiamo eccome e abbiamo tutto il diritto a ricevere i servizi che deve ricevere una città civile. Se il Comune di Napoli ha problemi con gli evasori che pure non mancano deve risolverli da solo, non scaricare le responsabilità sui cittadini onesti e perbene che pagano puntualmente i tributi».

Diego Venanzoni, consigliere comunale in quota PD, è stato tra i primissimi a denunciare un problema che ha assunto proporzioni difficili da ignorare. «Il fenomeno degli insetti provenienti dagli alberi nelle vie di maggiore concentrazione di abitanti e dove il passaggio di cittadini è più intenso è diventato insostenibile - punta il dito l'esponente del consiglio comunale - non bastano più risposte tecniche e filo ambientaliste da parte della Giunta comunale di Napoli. Ci vogliono reazioni serie ed immediate perchè una amministrazione seria coglie in pieno il fenomeno e corre ai ripari».
 
Venerdì 13 Settembre 2019, 15:48 - Ultimo aggiornamento: 13-09-2019 16:03
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP