Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Degrado a Napoli, torna la baraccopoli al mercato ittico il giorno dopo lo sgombero

Mercoledì 23 Dicembre 2020 di Oscar De Simone
Degrado a Napoli, torna la baraccopoli al mercato ittico il giorno dopo lo sgombero

Non hanno perso tempo ed in meno di 24 ore dallo sgombero della scorsa settimana, i ragazzi di colore in Piazza Duca degli Abruzzi hanno ricostruito la baraccopoli dell'ex mercato ittico. Un “ritorno” prevedibile e quasi inevitabile secondo le stesse forze dell'ordine, intervenute per liberare l'area, e per i cittadini della zona. Le tende, i materassi ed i “posti letto” ammassati tra i rifiuti, ripopolano una delle aree più degradate ed abbandonate della città. Una vera tendopoli della disperazione contro cui, a questo punto, sembra esserci veramente poco da fare.

 «Non sappiamo più che pensare – afferma Lucio del “Comitato Lenzuola Bianche” – perchè anche quello sgombero non è servito a niente. E' risultato solo utile a ripulire il marciapiede dove, la sera stessa, si sono risistemati con le tende, i materassi ed i water all'aperto. Un orrore a cui assistiamo ancora dai nostri balconi e che non riusciamo più a sopportare. E' incredibile che queste persone vivano in queste condizioni, senza assistenza ed in totale solitudine». 

Video

Una condizione disperata che i residenti lamentano da anni senza essere ascoltati e che, con le montagne di rifiuti ammassate all'esterno, crea non pochi allarmi tra gli abitanti degli stabili circostanti. «La spazzatura raccolta – continua Lucio – è ancora all'esterno della struttura. Non sappiamo quanto ci vorrà per rimuoverla ma sappiamo che intanto ci crea problemi. Attira, nonostante il freddo, insetti ed animali che prima erano all'interno del mercato e spesso li vediamo scorrazzare anche in strada. Temiamo che tutto possa protrarsi nel tempo e non lo escludiamo. Chiediamo a tutti di fare la propria parte e soprattutto alle istituzioni locali a cui da tempo ci rivolgiamo, per cercare di avere tutela e sicurezza».

Ultimo aggiornamento: 18:45 © RIPRODUZIONE RISERVATA