Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Napoli Est, strada chiusa a Barra: disagi per residenti e commercianti

Mercoledì 1 Giugno 2022 di Alessandro Bottone
Napoli Est, strada chiusa a Barra: disagi per residenti e commercianti

Disagi a Barra, quartiere della zona orientale di Napoli, dove la strada principale è parzialmente interrotta da alcuni giorni in seguito al distacco di materiale da due edifici privati. Parliamo dello storico corso Sirena, importante arteria sulla quale si aprono numerose strade secondarie del popoloso quartiere di Napoli Est e su cui insistono numerosi esercizi commerciali e abitazioni.

In particolare, nei giorni scorsi è stata disposta la chiusura di un tratto del corso Sirena in seguito all'intervento dei vigili del fuoco che hanno provveduto a rimuovere le parti in imminente pericolo di crollo dai fabbricati. Un primo edificio è stato interessato dalla caduta di conci di tufo dal cantonale della facciata. Dall'altro si è staccata una parte dell'intonaco in corrispondenza del pluviale. L'area pubblica a ridosso dei due palazzi è stata transennata per tutelare la pubblica e privata incolumità con la conseguenza di non poter utilizzare una parte della carreggiata le cui dimensioni sono già normalmente ridotte. Dunque, diversi metri quadrati del corso restano chiusi al traffico fino a quando non saranno eliminati definitivamente i pericoli rilevati dai tecnici. 

 

La situazione ha creato non pochi disagi per commercianti, residenti e passanti. Una segnaletica stradale, posta all'altezza dell’incrocio con piazza Vincenzo De Franchis, mette in allerta gli autisti che la strada è provvisoriamente chiusa. A quanto pare non tutti hanno notato il cartello momentaneo che, nel corso di pochi giorni, è stato posizionato in punti diversi e, in alcuni casi, è stato letteralmente nascosto dai veicoli in sosta. Non sono mancati alcuni ingorghi costringendo gli automobilisti a fare retromarcia per poter cambiare strada.

Ultimo aggiornamento: 2 Giugno, 08:30 © RIPRODUZIONE RISERVATA