Napoli, a San Gregorio Armeno folla di turisti per la notte dell'Immacolata

Martedì 7 Dicembre 2021 di Alessandra Martino
Notte bianca a San Gregorio Armeno

Dopo il caos dei scorsi giorni a causa della nuova ordinanza sulla viabilità anti-covid19 a San Gregorio Armeno torna il sereno. 
Questa sera, rispettando le regole emesse dal Comune di Napoli, la via dei presepi torna a brillare anche di notte. 

«Voglio ringraziare il Comune di Napoli, in particolare l'Assessora Teresa Armato e l'Assessore Antonio De iesu per  la completa disponibilità che hanno avuto in questi mesi -ha raccontato il presidente delle Botteghe di San Gregorio Armeno, Gabriele Casillo,- grazie all'intervento dell'amministrazione siamo riusciti a mettere su questa meraviglia». 

Video

Nonostante la serata particolarmente fredda, la Via dei Decumani è stata presa d'assalto dai turisti. In occasione della vigilia della Festa dell'Immacolata, con le botteghe artigiane dei pastori e dei presepi sono rimaste aperte fino a tardi, per onorare una storica tradizione che vede proprio nel giorno dell'Immacolata l'avvio delle decorazioni natalizie nelle case dei napoletani.

«È una forte emozione ritornare qui a San Gregorio Armeno. -racconta una turista-.  Io sono napoletana ma vivo a Trani, ora sono in vacanza qui e non potevo non tornare qui». I turisti tra le bancarelle si sono affrettati a comprare le ultime cose per completare il presepe e gli addobbi natalizi. «Mancavo da tanti anni qui a San Gregorio, ora che sono in dolce attesa non potevo portare la mia bambina a guardare questa meraviglia», racconta una turista. 

Se volessimo fare un tuffo nel passato la tradizione voleva che il presepe venisse allestito all’Immacolata e le botteghe rimanevano aperte per tutta la notte per vendere pastori ma anche il sughero e tutto quello che serviva per fare il presepe.

Anche questa sera si è rispettata la tradizione:  passeggiando lungo questa stretta via del centro storico di Napoli è difficile rimanere indifferenti di fronti alle luci, alle creazioni e ai colori delle statuine e dei presepi in cui esse sono inserite. Le figure sembrano quasi prendere vita ed è molto interessante vedere come di fianco a Baldassare e Giuseppe si possano trovare personaggi della politica oppure dello sport. «Visitare San Gregorio Armeno di giorno è un'emozione fortissima - sottolinea una turista -. Ma di notte qui è tutto magico». 

Una spiccata attenzione per i dettagli, lavorazioni scrupolose e una dovizia per i particolari incredibile rende le statuette di San Gregorio Armeno uno dei motivi di maggiore interesse di Napoli durante il periodo natalizio. L’espressività dei volti e dei gesti che i migliori artigiani riescono a conferire ai loro personaggi è incredibile e l’attenzione per i luoghi e gli sfondi lascia a bocca aperta tanto i bambini quanto gli adulti.

Passeggiando tra le bancarelle è facile perdersi nel vortice che va dal “personaggio dell’anno”, al “Kit antisfiga”, passando per il cosiddetto e conosciutissimo “corno portafortuna”, che secondo quanto rivelano alcuni commercianti della zona, sta superando (in termini di vendite) Pulcinella, tipico della tradizione partenopea. 

La serata inoltre è stata animata da performace di artisti, tra cui Max Boemio e gli zampognari di Natale, Raffaele Caruso e Amerigo Rega. Per l'occasione la storica basilica di San Lorenzo Maggiore rimarrà aperta fino alle 24. Nel tardo pomeriggio è stata celebrata la Messa Solenne dell’Immacolata, con la processione della Madonna nel chiostro del Convento. Alle ore 23.00, nella Basilica si è terrà un concerto in onore dell’Immacolata con ingresso gratuito, con tanto di visita guidata all’interno della basilica accompagnati da un frate del convento.

Ultimo aggiornamento: 23:35 © RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche
caricamento