Un talent show per artisti napoletani
in Galleria Principe di Napoli

ARTICOLI CORRELATI
di Delia Paciello

È famosa in tutto il mondo la creatività e l’inventiva dei napoletani. In questa città, dove l’arte è nascosta in ogni vicolo e in ogni piazza, e in questo momento storico dove c’è poca speranza per i giovani, il Comune di Napoli e la Regione Campania sostengono iniziative dirette a incentivare i ragazzi verso le varie espressioni d'arte. In questo contesto infatti due anni fa fu indetto un bando di concorso che unisce questo intento a quello di rivalorizzare la Galleria Principe di Napoli. Il bando, vinto dall’associazione Medea Fattoria Sociale, prevede l’uso intelligente degli spazi della Galleria mediante una rassegna di eventi culturali denominata “Il proscenio dei Talenti, la creatività cambia Napoli”. Attraverso questa iniziativa i giovani talenti potranno raccontare, utilizzando il linguaggio artistico che meglio li rappresenta (dalla fotografia digitale alla pittura, dalla scrittura alla musica), una Napoli diversa, fatta di innovazione, idee, integrazione e speranza.
 

«Stiamo cercando di creare una rete attiva sul territorio fatta sia di giovani talenti che di istituzioni, diretta al rilancio culturale della nostra città» spiega Flora Frate, presidente dell’associazione. «Per noi è importante promuovere la creatività perché rappresenta uno strumento di inclusione sociale e di valorizzazione culturale. Il 12 aprile alle 10.30 presenteremo, presso la galleria Principe di Napoli, la rassegna di eventi, e spero possa essere solo l’inizio di qualcosa di più grande».
 
 

Un progetto che coinvolge anche il Dipartimento di Scienze Sociali dell’Università Federico II di Napoli, l’Osservatorio Territoriale Giovani, la Scuola di Cinema di Napoli, la Contamination Lab Napoli e tanti altri partner, come tiene a sottolineare anche Flora: «È d’obbligo ringraziare tutto il team impegnato in questo progetto. Sono inoltre molto contenta dell’impegno mostrato da Alessandra Clemente per trasferire la risorse necessarie a realizzare tutto questo. Napoli ha un'enorme potenziale fatto di giovani e associazioni che, sistematizzate, possono rappresentare un volano per il riscatto della nostra città».
 
Venerdì 7 Aprile 2017, 17:22
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP