Caivano, allarme randagismo: due cani di grande taglia sbranano un cagnolino

Caivano, allarme randagismo: due cani di grande taglia sbranano un cagnolino
di Antonio Parrella
Mercoledì 31 Agosto 2022, 14:47
3 Minuti di Lettura

Una scena agghiacciante si è presentata agli occhi della proprietaria di un piccolo quattro zampe, assalito e ammazzato ferocemente da due cani randagi a Caivano, nella trafficata via Toti.

Tutto si è svolto in pochi attimi. La signora, al volante della sua auto, aveva appena attraversato il cancello automatico del condominio e il suo fedele cagnolino si era “affacciato” come al solito in strada. 

Video

Stavolta il consueto e amorevole gesto quotidiano per "salutare la padroncina" gli è stato fatale. Il piccolo animale è stato assalito improvvisamente dalla coppia di randagi che gironzola in zona. 

Una violenza inaspettata ed inaudita, alla quale hanno assistito anche alcuni passanti. Una furia devastante, durata una trentina di secondi, durante la quale i due cani hanno inferto decine di morsi sul corpo dell’ignara ed indifesa bestiola.

Inutile la corsa al pronto soccorso veterinario. Lo sfortunato animale è deceduto poco dopo per le gravissime ferite riportate.

Da annotare che i due errabondi, di grande taglia, indossano il collare e, pertanto, la polizia locale dovrà verifcare la loro appartenenza a qualche famiglia oppure se siano stati verosimilmente abbandonati.

La coppia “omicida” è stata, poi, intercettata in via Colanton Fiore, nei pressi del Santuario di Campiglione (ad un paio di chilometri di distanza dal luogo del “delitto”).

Qui hanno tentato di assalire anche un gatto che, grazie alla sua agilità e tempestività, è riuscito a mettersi in salvo con un balzo felino su un adiacente tetto.

Intanto uno dei cani girovaghi è stato già catturato dal servizio accalappiacani e trasferito per le verifiche del caso nelle "mura sicure" del canile di Giugliano, convenzionato con il comune di Caivano.

L’altro randagio, invece, è riuscito, per ora, a scappare nelle vicine campagne. Ma una pattuglia di agenti municipali, coordinata dal comandante Espedito Giglio, sta perlustrando il territorio, insieme all' appostio servizio accalappiacani, alla ricerca di altri eventuali animali potenzialmente pericolosi per la collettività.  

© RIPRODUZIONE RISERVATA