Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Castellammare, a 13 anni accoltella l'amante della madre: ​la vittima è un attore

Sabato 13 Agosto 2022 di Dario Sautto
Castellammare, a 13 anni accoltella l'amante della madre: la vittima è un attore

Ad appena 13 anni ha atteso il presunto amante della mamma sotto casa e l’ha accoltellato. E alla violenta aggressione hanno partecipato il papà 49enne e l’altro fratellino di appena 12 anni. Una relazione extraconiugale che sarebbe nata tra i teatri della provincia e i vari festival del cinema che si svolgono all’ombra del Vesuvio e in Penisola Sorrentina, dove tutti i protagonisti della vicenda si sono incontrati. Un uomo è rimasto gravemente ferito, un altro è stato denunciato a piede libero: è questo il bilancio di una turbolenta serata che si è svolta nel cuore di Castellammare di Stabia, che purtroppo vede come protagonisti anche due ragazzini, non imputabili, che si sarebbero armati per vendicare il papà. Una storia sospesa tra palco e realtà, tra fiction e vita reale, nella quale purtroppo sono stati coinvolti loro malgrado due minorenni, divenuti protagonisti di un dramma che non gli appartiene.

È ricoverato in ospedale con una prognosi di almeno 40 giorni il 45enne F.D.A., commerciante che collabora con alcune associazioni teatrali del Napoletano ed ha un passato da attore e da produttore di pellicole che non hanno mai sfondato a livello nazionale. Lui, residente in via Pietro Carrese a Castellammare di Stabia, si è presentato al pronto soccorso del vicino ospedale San Leonardo con tre ferite da arma da taglio alla spalla destra, al fianco sinistro e al braccio. Il 45enne non è in pericolo di vita ed ha raccontato ai medici di essere stato vittima di un’aggressione sotto casa, avvenuta nella serata di venerdì da parte di persone a lui note. In ospedale sono subito giunti i carabinieri della stazione e della sezione operativa della compagnia di Castellammare di Stabia, che hanno avviato le indagini per comprendere quanto fosse accaduto. Da una prima ricostruzione, che inizialmente sembrava poco verosimile, risulta che il 45enne sia stato accoltellato da un ragazzino e, successivamente, aggredito anche da un altro minore e dal papà 49enne dei due. Tutto si sarebbe svolto in pochi minuti, sotto casa del commerciante con la passione per cinema e teatro. Qualcuno avrebbe citofonato a casa del 45enne, chiedendogli di scendere. La vittima conosceva il suo interlocutore, ma ovviamente non le sue intenzioni. Una volta in strada - ha raccontato il 45enne - ha trovato un ragazzino ad attenderlo che, appena lo ha visto, gli avrebbe sferrato la prima coltellata. Ferito lievemente, il 45enne avrebbe inseguito il 13enne, ma nel frattempo sono arrivati i rinforzi: circondato, sarebbe stato colpito con altri due fendenti e poi picchiato dal fratello 12enne e dal papà 49enne. Poi, i tre aggressori si sono dati rapidamente alla fuga in auto.

LEGGI ANCHE Ragazzo di 16 anni accoltella a morte il padre per proteggere la madre

Raccolte alcune testimonianze, è emerso che il movente dell’aggressione sia riconducibile a una presunta relazione extraconiugale tra il 45enne e l’ex moglie del 49enne, una donna di 40 anni. I due coniugi, residenti a Torre Annunziata, sono in fase di separazione e tra loro ci sarebbe - ma questa circostanza è tutt’altro che accertata - proprio il ferito, che tra l’altro è sposato. Un intreccio amoroso che, però, ha visto armarsi per la «vendetta d’onore» due ragazzini, poco più che bambini, che hanno impugnato un coltello per «sfregiare» il presunto responsabile della fine della relazione tra la loro mamma e il papà.

LEGGI ANCHE Accoltella il fratello durante la lite: 21enne napoletano in pericolo di vita

Identificato, D.D.P, 49enne incensurato, è stato denunciato a piede libero alla Procura di Torre Annunziata per concorso in lesioni personali aggravate e porto abusivo di arma da taglio. La sua posizione resta al vaglio degli inquirenti, anche in virtù di una delle ferite – quella al fianco – che potrebbe far scattare per il 49enne anche l’accusa di tentato omicidio, in concorso con due minorenni neanche imputabili e che lui avrebbe aizzato contro la vittima, nella più drammatica e assurda delle sceneggiature. La donna al centro del triangolo amoroso è una 40enne, anche lei attrice in spettacoli teatrali, che da tempo aveva chiesto la separazione dal marito 49enne. 
 

Ultimo aggiornamento: 14 Agosto, 18:46 © RIPRODUZIONE RISERVATA