«Da sei anni non faccio il biglietto
della Circum, ecco perché»

ARTICOLI CORRELATI
di Andrea Ruberto

9
  • 1457
«Sono sei anni che non faccio il biglietto della Circumvesuviana». È bastato un post su Facebook per scatenare l’acceso dibattito. Marco Serpico, 21enne di San Vitaliano in Campania, ha dichiarato sul suo profilo social di usufruire da sei anni del servizio della Circumvesuviana senza obliterare il biglietto. Immediata la risposta del presidente Eav Umberto De Gregorio.
 

«Marco non fa il biglietto sui treni da sei anni. Lo dice e se ne vanta! Dice che i treni fanno schifo e i dipendenti fannulloni! Di fannulloni ne abbiamo trovati 10 e li abbiamo licenziati! A noi il coraggio non manca! Ma non permetto a nessuno di infangare il lavoro complicato di migliaia di persone!», dichiara De Gregorio, determinato a portare la questione in un’aula di tribunale.

«Il mio post era provocatorio - controbatte Serpico - Il biglietto lo faccio alle stazioni di Marigliano e Scisciano perché a San Vitaliano la stazione non è presenziata. I servizi non sono funzionanti, c’è una zona di spaccio e degrado e la sera ho paura perché non c’è neanche l’illuminazione all’esterno. De Gregorio ha detto che i controlli sono aumentati e che le stazioni sono sorvegliate da telecamere, ma è una cosa falsa. Quando si metterà un piano di sicurezza?». Il giovane di San Vitaliano conclude chiedendo un appuntamento al presidente Eav per esporre le sue motivazioni: «Ho scritto più di quarantasei reclami. Noi abbiamo paura caro De Gregorio e spero che ci ascolterai».
Mercoledì 31 Ottobre 2018, 17:40 - Ultimo aggiornamento: 1 Novembre, 11:08
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 9 commenti presenti
2018-11-01 11:54:40
Va aggiunto che la colpa della massiccia evasione del titolo di viaggio sui treni è ascrivibile alle scellerate politiche di tagli attuate dalle aziende di trasporto,Trenitalia in testa. Fino a non molti anni fa,ogni stazione aveva la sua biglietteria,acquistare il biglietto era naturale per la maggior parte della gente. Anche perchè,una volta in treno,arrivava subito il controllore. Pure allora c'era chi viaggiava a sbafo,ma il fenomeno non aveva certo le odierne dimensioni. Stesso discorso per il bigliettaio sul bus. Era difficile passare davanti senza fare il biglietto o esibire l'abbonamento. Lo ricordo ancora abbaiare contro noi studenti di allora.Abbonamenti alla mano,sinno' nun saglite,ve meno abbasce!
2018-11-01 11:30:36
Ma non capite che questo giovane sta provocando e nell'interesse di tutti si batte per il miglioramento delle condizioni di degrado e soprattutto si batte perchè ci siano controlli severi per scovare gli evasori. Ma spesso quando si trovano giovani senza biglietto ci si limita a farli scendere e non si eleva la multa.
2018-11-01 11:24:16
E' stato molto bravo in questa provocazione. Non essendo stati ascoltati i suoi reclami, adesso lo ascolteranno per forza. Se davvero fosse riuscito a non fare il biglietto per 6 anni dovrebbero licenziare tutti i controllori. In realtà la provocazione va nel segno perchè non si può continuare con questo schifo. Datevi una mossa e migliorate subito.
2018-11-01 11:17:13
Signori questo ragazzo il biglietto lo fa e sta solo ha esternare il problema di San Vitaliano , ascoltate bene e non scrivete idiozie confronti di questo ragazzo, vuole solo fare migliorare le condizione di manutenzione della stazione da dove lui parte, il biglietto lo fa in un'altra stazione....
2018-11-01 10:53:18
Se lo studente Marco Serpico,e tutti i mascalzoni che viaggiano a bordo di mezzi pubblici sprovvisti di biglietto,lo pagassero,ci sarebbero più risorse da destinare al miglioramento dei servizi,giudicati inefficienti,proprio da chi non li paga.

QUICKMAP