Decapitata e lapidata statua di Cristo
sul Vesuvio

Giovedì 17 Settembre 2020 di Francesca

Era stato collocato nel sentiero 2 del Vesuvio solo una settimana fa per proteggere i viandanti, ma stamattina è stato trovato distrutto: decapitato e lapidato. Non c’è civiltà e nemmeno religione per una delle bellezze più famose al mondo: il Cristo in cemento collocato dall’associazione Asd Vesuvio Lives in una nicchia del sentiero 2 è stato vandalizzato barbaramente. L’associazione, che da anni cerca di riqualificare l’area protetta con iniziative di pulizia e riscoperta dei sentieri, è rimasta sgomenta.

LEGGI ANCHE Riapertura scuole in Campania, prima campanella il 28 settembre nei sei Comuni della penisola sorrentina

«Stamattina uscita veloce - dice Michele Miranda della Asd Vesuvio- con un tonfo al cuore purtroppo. Settimana scorsa con dedizione e sacrificio decidemmo di portare in spalla  il nostro Cristo in montagna e piazzarlo in una nicchia di lavica . Stamattina però abbiamo scoperto che qualche  essere indegno ha deciso di decapitarlo per poi distruggerlo con una pietra . Io non mi capacito di quanta cattiveria risiede nell’animo di certi soggetti , non riesco a capire quale pensiero malato e sinistro possa portare una mano a fare determinati gesti.  Forse leggerai anche queste parole e spero che quella pietra sia un macigno per la tua sporca , malata e deviata coscienza». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA