Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Emergenza roghi a Giugliano, enorme nube nera intossica la città

Martedì 5 Luglio 2022 di Maria Rosaria Ferrara
Emergenza roghi a Giugliano, enorme nube nera intossica la città

È l’ennesima estate di roghi tossici a Giugliano. Vasto incendio questo pomeriggio a Ponte Riccio, nella zona di via Carrafiello. Una enorme nube nera si è levata in cielo nei pressi del campo rom lungo la circumvallazione esterna. Il maxi incendio ha intossicato Giugliano e i comuni limitrofi. 

Decine le segnalazioni sui social di cittadini che vedono la nube a distanza di diversi chilometri e di automobilisti che si ritrovano in zona. La nube è vasta e densa. Presumibilmente ad andare in fiamme sono stati rifiuti, materiale plastico che proprio in quella zona vengono spesso abbandonati illecitamente. 

Video

«Non finisce di spegnersi un rogo tossico che già ne parte un altro, situazione a dir poco allucinante – scrive la pagina Facebook “Terra Nostrum Trentola Ducenta” che si occupa proprio delle emergenze ambientali tra le province di Napoli e Caserta -. Sempre nello stesso posto a Giugliano in via Carrafiello altro rogo tossico partito poco fa ore 16:30 di lunedì 5 luglio 2022, bruciano veleni h24 in modo pressoché indisturbati. Le meravigliose giornate estive della Terra dei fuochi a base di fumo nero e diossina. Si salvi chi può!».

La zona di Ponte Riccio è tra le più martoriate della Terra dei fuochi. E’ da lì che spesso si alzano nubi tossiche perchè è nelle campagne circostanti che avvengono i maggiori sversamenti di rifiuti.

Il sindaco di Giugliano Nicola Pirozzi aveva annunciato nelle scorse settimane, a seguito di incontri in Prefettura, che proprio il campo rom di via Carrafiello sarebbe stato oggetto di un maggiore presidio delle forze dell’ordine proprio per contrastare il fenomeno dei roghi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA