Napoli, l'incubo di Bagnoli da settimane al buio: boom di furti e rapine

Domenica 29 Dicembre 2019 di Oscar De Simone

Continuano a rimanere al buio i cittadini di Bagnoli che da settimane, lamentano disservizi sulla rete di illuminazione pubblica. Un problema che in breve tempo ha scatenato una serie di furti e danneggiamenti, ad auto e negozi, mai registrata prima. Un vero incubo per i residenti della X Municipalità che nell’ultimo mese, hanno registrato gli stessi problemi anche in altre zone come Viale Augusto, Agnano e l’area del Pendio. Alla base del problema, a quanto si apprende dalla X Municipalità, ci sarebbe la vetusta rete elettrica ed i danni causati dai sovraccarichi ai generatori di questi ultimi mesi. Guasti che hanno messo in ginocchio sia le utenze pubbliche, gestite dalla Citelum, che quelle private.

«Ci stiamo impegnando – fa sapere il presidente Diego Civitillo – per capire in che modo intervenire per riparare i danni ed evitare che accadano in futuro. Bisogna capire in che modo vanno effettuate le manutenzioni ordinarie che in questi ultimi anni, pare non siano mai state effettuate. Ma non solo. Bisogna capire di volta in volta di chi siano le competenze – pubbliche o private – dei guasti che si verificano, per poter intervenire in maniera efficace e definitiva. In tre anni di presidenza, non ho mai visto nulla di simile e non è possibile che un intero quartiere risenta di questo tipo di problemi».
 


Problemi che, soprattutto a Bagnoli, sono iniziati dal guasto di un generatore su viale Campi Flegrei due mesi fa. Un blackout da cui il quartiere non sembra ancora essersi ripreso.

«È iniziato tutto da li – conclude Civitillo – poi i disagi si sono susseguiti senza sosta. Adesso siamo attivi ed ogni giorno sollecitiamo i gestori della rete per accelerare i tempi di ripristino. Siamo dalla parte dei cittadini che non possono più vivere in queste condizioni e che sono continuamente esposti ai pericoli di chi, approfittando di questa situazione, mette in atto furti e rapine ai danni di chi si trova in strada».

Ultimo aggiornamento: 23:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA