Napoli: musica e fuochi d'artificio, riparte la fiera di San Gregorio Armeno

Venerdì 19 Novembre 2021 di Alessandra Martino
Dopo un anno di stop la Fiera di San Gregorio Armeno riparte per la sua 150esima edizione

Uno spettacolo a cielo aperto questa sera San Gregorio Armeno tra le note de “Il silenzio” suonata da due musicisti del teatro San Carlo, in ricordo delle vittime del Covid, e i fuochi d'artificio. Dopo un anno di stop la Fiera di San Gregorio Armeno riparte per la sua 150esima edizione.

All'interno dei gazebi donati da Napoli Sotterranea, è allestita la mostra dei presepi e dei pastori. Casette di legno munite di gel igienizzante, mascherine ed un piano speciale anti assembramento per i pedoni. Il taglio del nastro è avvenuto in Piazza San Gaetano, dove si trova anche la statua e il santuario con le spoglie del Santo che “inventò” il presepio. A tagliare il nastro l'Assessora al Turismo Teresa Armato, per contrassegnare la transizione dal lavoro che la nuova amministrazione e le associazioni hanno svolto in questi giorni.

«Questa inaugurazione è un buon momento, si torna alla normalità benché con tutte le disposizioni anti-Covid. Rispettando la nostra salute e quella degli altri. È sicuramente un bel segnale la ripartenza. Si parte da una delle attrazioni più belle di Napoli - ha dichiarato l'Assessore -. Da venti giorni che è partita la nuova amministrazione ci stiamo confrontando con le associazioni, con gli operatori. Ci sentiamo quasi quotidianamente. Ogni decisione presa e che prenderemo sono frutto di una concertazione forte con gli attori del territorio».

La Fiera di Natale 2021 è organizzata dall'associazione “Le Botteghe di San Gregorio Armeno", presieduta da Gabriele Casillo, che racchiude tutte le botteghe di San Gregorio Armeno insieme all’associazione "Arte Presepiale San Gregorio Armeno” che racchiude, invece, tutte le storiche bancarelle presenti in Via Maffei e su San Gregorio Armeno durante il periodo natalizio. «Sono stati due anni molto difficili – racconta Gabriele Casillo – è venuta l’ora di ricominciare. Abbiamo voluto dedicare quest'evento ai morti del Covid, un modo per onorarne la memoria e ricordarli». «Quest’anno ci sarà una svolta positiva per tutti», dichiara il presidente dell’associazione "Arte Presepiale San Gregorio Armeno"Samuele Marigliano.

La fiera di San Gregorio Armeno rappresenta un nuovo inizio per questa città, un messaggio di speranza. È un risultato straordinario frutto di una sinergia tra le istituzioni e le associazioni. -Dichiara la Presidente della IV Municipalità di Napoli, Maria Caniglia. -  Non dimenticando mai le persone che ci hanno lasciato a causa del Covid. Ma con la voglia di camminare insieme verso un nuovo inizio. 

Anche questa sera, camminare per la strada di San Gregorio Armeno significa respirare l’atmosfera natalizia. Tanti i turisti presenti questa sera per visitare le numerose botteghe dove si trovano maestri presepiali che confezionano a mano statuette che riproducono i protagonisti del presepe napoletano.

Quella della via dei presepi è una vera tradizione antica che negli anni è riuscita a rimanere viva grazie anche alla passione di tanti artigiani che si sono adattati ai tempi e non riproducono solo personaggi della Natività classica ma anche statuette che ritraggono politici, sportivi e personaggi famosi. 

Ultimo aggiornamento: 20 Novembre, 15:34 © RIPRODUZIONE RISERVATA