Napoli, terrore dopo gli spari sul lungomare: caccia a due parcheggiatori abusivi

ARTICOLI CORRELATI
di Leandro Del Gaudio

  • 1726
Sette colpi di pistola nel pieno della ressa del Lungomare, centinaia di passanti che scappano senza una meta precisa, tavolini capovolti, tante persone che cercano riparo all'interno dei ristoranti. Donne, bambini, anziani, comitive di ragazzi e tanta paura nella prima notte napoletana di caldo di sapore estivo. È accaduto intorno alle nove di ieri sera, all'altezza delle scale che da via Chiatamone portano sul Lungomare, al termine di una lite culminata con una sventagliata di proiettili.
 

Almeno sette colpi - tanti ne hanno refertato ieri le forze dell'ordine - esplosi fortunatamente in aria, per mettere in fuga i propri aggressori. Probabile - anche se tutte le piste restano aperte - che ci sia stato un litigio culminato nella sparatoria. Probabile anche - e questa è la pista più accreditata - che qualcuno abbia voluto punire, sparando contro i parcheggiatori abusivi che si trovano in zona, il furto di uno scooter. Una prova di forza impugnando un'arma portata con sé come corredo necessario della propria passeggiata cittadina. Stesso copione di quanto avvenuto in via Carlo Poerio a metà dello scorso novembre, quando fu un ventenne a fare fuoco nel mucchio, provocando miracolosamente solo alcuni feriti.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Lunedì 9 Aprile 2018, 07:15 - Ultimo aggiornamento: 09-04-2018 19:27
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP