Stop vandali e abusivi, da Ischia
a Sorrento parte «spiagge sicure»

di Antonino Siniscalchi e Massimo Zivelli

Vigili urbani in divisa tra gli ombrelloni e sulle rive del mare per dare la caccia agli ambulanti carichi di merce contraffatte, ai sedicenti massaggiatori che non sembrano conoscere le più elementari norme d'igiene, agli incivili che fanno baccano e sporcano senza ritegno, agli spericolati che sfrecciano tra le onde in motoscafo o moto d'acqua senza curarsi dei bagnanti. Il progetto «Spiagge sicure» per l'estate 2018, varato dal ministero dell'Interno per la prevenzione e il contrasto dell'abusivismo commerciale e della contraffazione nelle località turistiche, ha individuato, in provincia di Napoli, tre punti d'attenzione: Ischia, Forio e Sorrento sono tra i 72 comuni italiani (22 nel Nord Italia, 33 al Centro e 17 al Sud) che possono beneficiare del denaro del Fondo unico giustizia.

LA PROCEDURA
Venerdì mattina i rappresentasti delle tre località sono stati convocati dal prefetto Carmela Pagano per una informativa sulle procedure. Il contributo economico è ripartito in un importo massimo di 50mila euro per comune, da assegnare a non più di tre comuni per provincia. Gli stanziamenti sono destinati a quei comuni costieri a vocazione turistica, non capoluogo di provincia, con una popolazione non superiore a 50mila abitanti e che abbiamo un indicatore di affollamento nelle strutture ricettive non inferiore a 500mila presenze annue secondo i dati Istat. In provincia di Salerno ci sono due Comuni con queste caratteristiche, Camerota e Capaccio: per martedì è prevista la convocazione dei sindaci in prefettura. L'iter prevede che entro il 18 luglio i progetti dovranno essere sottoposti ai Comitati per l'ordine e la sicurezza pubblica delle prefetture ed entro il 23 inviati al ministero dell'interno per l'approvazione.

L'ATTIVITÀ
A Ischia a Forio saranno quindici i vigili urbani che verranno assunti per tre mesi. Gli stagionali, che entreranno in servizio dal 1° agosto e fino al 30 ottobre prossimo, dovranno prestare servizio su lidi ed arenili per effettuare controlli amministrativi e, collaborando con polizia e carabinieri, anche sul versante dell'ordine pubblico. In particolare l'iniziativa del Ministero nasce per contrastare il fenomeno dei venditori ambulanti abusivi, ma il compito degli agenti stagionali si estende anche alla prevenzione di atti vandalici o di disturbo della quiete pubblica. Gli operatori saranno inquadrati regolarmente nell'incarico a tempo determinato di vigile urbano e scenderanno in spiaggia in divisa. A Forio in particolare, per volontà dell'amministrazione comunale, verranno impiegati anche per i controlli in mare, lungo la costa ed i tratti balneabili, per contrastare il malcostume dei diportisti, che spesso approfittano proprio della mancanza di controlli e nei week end con la loro presenza, danno vita a veri e propri assedi a lidi e spiagge, fra le proteste dei bagnanti.

SULL'ISOLA VERDE
«Da diversi anni siamo attenti sulle nostre spiagge a contrastare il fenomeno dei venditori ambulanti abusivi. La loro presenza - dice il sindaco di Ischia Enzo Ferrandino - è inopportuna per tanti motivi. Fra questi, il principale è che gli abusivi vendono merce contraffatta e quindi alimentano anche se in maniera indiretta, il circuito della illegalità. Poi c'è il danno rappresentato alle aziende commerciali del territorio, se si pensa che oramai la maggior parte degli abusivi non si limita alla vendita di cianfrusaglie, ma anche di capi di abbigliamento e vestiario, asciugamani, orologi e bigiotteria contraffatta». Ancora. «Gli abusivi che praticano massaggi, contravvengono alle più elementari norme di sanità, considerato che operano in contesti in cui si denota la assoluta mancanza di igiene. Lo stesso - aggiunge Ferrandino - dicasi per chi gira vendendo generi alimentari». Da un centro all'altro dell'Isola verde, l'iniziativa viene accolta dappertutto con favore. «L'ambulantato praticato da soggetti abusivi è non solo illegale, ma anche fonte di disagio per turisti e bagnanti, perché - aggiunge a sua volta Francesco Del Deo, sindaco di Forio - questo andirivieni continuo di persone che a tutti i costi vogliono piazzare la propria merce, finisce con l'arrecare disturbo a quanti in spiaggia vorrebbero starsene in relax e senza seccature. Questo è anche un aspetto fondamentale in ordine al quale ci pervengono le lamentele di turisti e bagnanti e rispetto al quale noi a Forio intendiamo dare una svolta. I nostri vigili infatti verranno impiegati anche per prevenire episodi di malcostume e per sanzionare comportamenti scorretti o di utilizzo improprio della risorsa mare da parte di bagnanti e diportisti».

IN COSTIERA
Anche Sorrento si prepara a pianificare l'iniziativa. «Per lunedì mattina (domani, ndr) sottolinea il sindaco Giuseppe Cuomo - ho convocato una riunione operativa per pianificare tutti gli interventi necessari a garantire quanto previsto dalla campagna Spiagge sicure. Allo stato crediamo di incrementare l'organico di polizia locale con quattro o cinque unità a tempo determinato per tre mesi, da impiegare esclusivamente in questo progetto. A questi andranno ad aggiungersi personale già in organico che sarà destinato a garantire la sicurezza sugli arenili e di controllo alla stazione della Circumvesuviana».
 
Domenica 15 Luglio 2018, 13:16 - Ultimo aggiornamento: 16 Luglio, 08:30
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 7 commenti presenti
2018-07-16 15:45:12
E i venditori di coccobello coccofresco? Riusciranno a fermare anche la camorra?
2018-07-16 08:11:03
Iniziativa lodevole ma temo tardiva: il numero di questi extra comunitari irregolari che si arrangiano in qualunque modo per sopravvivere e' cresciuto al punto di diventare un fiume in piena che risulta impossibile arginare. Lo vediamo anche in pieno centro a Napoli, con i marciapiedi invasi da banchetti di cartone e lenzuola pieni di merce in vendita.
2018-07-16 07:33:53
Ma a me non danno fastidio. Non mi piace che ci sia (come a miseno) un carrettone enorme ogni 2 metri... Miseno davvero è un centro commerciale sulla spiaggia!!
2018-07-16 07:09:59
6 sindaci per un isola così piccola come Ischia ! Questo è il reato più grave!
2018-07-15 21:04:27
Affondiamo sempre più con questi provvedimenti demenziali,

QUICKMAP