Degrado a Napoli, i commercianti di via Duomo a San Gennaro tra sporcizia e luminarie

Giovedì 17 Settembre 2020 di Oscar De Simone

Camminare lungo via Duomo in alcuni casi, e per determinati tratti, può essere un esperienza veramente “indimenticabile”. Alla bellezza di una delle strade più note e frequentate della città, tra le sue chiese ed i suoi palazzi storici, si accompagna troppo spesso il degrado di angoli di marciapiedi invasi dai rifiuti. Un vero scempio che ormai ha stancato commercianti e residenti, già proiettati alla festività di San Gennaro ed agli appuntamenti che li accompagneranno sino alle festività natalizie. Una serie di iniziative ed eventi che da sempre segnano momenti fondamentali per il commercio ed il turismo della zona ma che quest'anno, anche a causa del coronavirus, potrebbero segnare un brusco stop agli affari.

LEGGI ANCHE De Magistris: «Non voterò De Luca»

«Siamo già stati segnati dalla pandemia – afferma in rappresentanza dei commercianti Bruno Sommella – e nonostante tutto stiamo cercando di risollevarci. Ma non è facile. Anche perchè se è vero che siamo chiamati a sanificazioni continue, viviamo ed operiamo in una zona troppo spesso abbandonata all'inciviltà ed al degrado. In cui la spazzatura invade le strade ed allontana di fatto i turisti. Tra poco inizieranno le festività dedicate a San Gennaro e non sarà facile gestire l'afflusso di turisti in queste condizioni e con questa situazione in strada».
I cumuli di rifiuti infatti, impediscono anche il passaggio dei pedoni ed il più delle volte sono abbandonati all'esterno dei contenitori. Un dramma che viene denunciato da troppo tempo.
 

Video

«Ci sono cartelli e telecamere – conclude Sommella – ma a quanto pare non basta. Viene lasciato di tutto in strada, anche televisori e frigoriferi. Ovviamente senza il numero indicativo dell'Asia per il ritiro. Tutto questo e la crisi relativa al covid-19, ci stanno limitando ulteriormente negli affari. Sono state installate le luminarie, ma purtroppo non hanno cambiato il volto della zona. Siamo convinti che per evitare il tracollo del commercio in questa strada e nelle aree limitrofe, siano necessari interventi ad hoc ed azioni mirate a tenere puliti i marciapiedi garantendo ordine e pulizia».

 

Ultimo aggiornamento: 19:38 © RIPRODUZIONE RISERVATA