La Pompei che sorprende: da oggi è visitabile la domus degli amanti

Giovedì 30 Luglio 2020 di Susy Malafronte

Gli amori clandestini di duemila anni fa erano paragonati, dagli antichi, alla dolcezza del miele. Il sentimento proibito inciso sulle mura di alcune lascia intendere che, nella Pompei del 79 dopo Cristo, era «lecito» raccontare dei tradimenti. La Casa degli Amanti è una delle dimore in cui la clandestinità e la passione si univano per dare sfogo alle fantasie romantiche e sessuali.
 

 

La domus, recentemente restaurata, riapre oggi al pubblico dopo anni di chiusura. Il nome deriva da un graffito inciso in un affresco nel peristilio: «Gli amanti, come le api, vivono una vita dolce come il miele». Lo splendore della decorazione rosso-pompeiana dell'atrio è bilanciato dalla freschezza del grande peristilio, e in questa casa si è conservato anche il secondo piano. All'interno, i visitatori possono ammirare una serie di oggetti trovati nella domus quando fu scavata per la prima volta nel 1933, tra cui un braciere.

Ultimo aggiornamento: 15:53 © RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche