«Rainy day in Pompeii», lo scatto social fa impazzire il web

di Susy Malafronte

Pompei. Gli scavi al buio per il bene del pianeta. E lo scatto social «rainy day in Pompeii», nel quale si può ammirare la città eterna da una prospettiva diversa - non accessibile al pubblico - e postato su Instagram dal direttore generale Massimo Osanna, ha fatto «impazzire» gli utenti.  Anche quest’anno il sito archeologico di Pompei partecipa all’iniziativa «M’illumino di Meno», promossa da Caterpillar - RaiRadio2 , la campagna , giunta alla 14esima  edizione, di sensibilizzazione e sostegno al risparmio energetico contro lo spreco di risorse. L’iniziativa invita le Istituzione e i principali monumenti italiani e europei, (ma anche i privati cittadini), a spegnere per 15 minuti, dalle 19 alle 19 e 15 di venerdì 23 febbraio, facciate dei monumenti,  tratti di aree archeologiche, così come le illuminazioni private,  per un contributo effettivo e simbolico al risparmio energetico, senza ovviamente compromettere le funzioni di servizio e la sicurezza dei luoghi. Pompei che, già dallo scorso anno si è dotata di un nuovo sistema di illuminazione perimetrale, grazie agli interventi del «Grande Progetto Pompei», parteciperà all’iniziativa spegnendo alternativamente e random, per pochi secondi, i 14 circuiti che compongono l'intero sistema, garantendo naturalmente i livelli minimi di sicurezza. Il nuovo impianto completamente a Led, costituito da 361 corpi illuminanti,  ha consentito una riduzione importante (oltre il 65%) in termini di consumi elettrici, nonché un notevole risparmio dei costi di manutenzione (maggiore durata lampade) e un funzionamento notturno delle telecamere più affidabile. Il sistema costituisce una delle infrastrutture cardine del processo in atto, che fa di Pompei il primo  Smart Archeological Park -(Smart@Pompei).
Venerdì 23 Febbraio 2018, 09:40
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP