Un piano per Pino Daniele sul lungomare: l'omaggio davanti al Castel dell'Ovo

di Paola Marano

  • 175
Un pianoforte, le note di Pino Daniele che risuononano sul lungomare e il popolo del cantautore napoletano stretto in una sorta di veglia nel giorno dell'anniversario della morte del cantautore napoletano.

È il format di «Pino Daniele, I Still love», il concerto spontaneo ideato dal pianista Vincenzo Danise e da Fabio Sarnayaro, giunto alla sua terza edizione. 
 
 

Da Quando, ad Alleria, da Notte che se ne va a Yes I Know My Way a Gesù Gesù, passando per  Nun me scuccià, Chi tene ‘o mare, Terra mia a Bella ‘mbriana, Je so pazzo, Anna verrà fino a I got the blues: ieri sera il Vincenzo Danise ha eseguito circa trenta brani del reportorio del cantautore napoletano tra canzoni note e meno al grande pubblico. Nonostante il freddo gli amici e i fans di Pino, non hanno esitato a raccogliersi attorno al piano per dare voce ai ai testi delle sue canzoni. 
 

È bastato un bicchiere di vino vista Castel dell'Ovo per ingoioare il boccone amaro del freddo e della nostalgia per la perdita del Nero a Metà. «Abbiamo deciso di accontentare l'anima di Pino scegliendo uno dei suoi luoghi preferiti, il lungomare - ha spiegato Danise - quando Pino tornava a Napoli amava passeggiare qui con la figlia Sara. Pino è Napoli». 
Sabato 5 Gennaio 2019, 12:49
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP