Nasce «Aura», la rivista web dei giovani umanisti della Federico II

Giovedì 16 Luglio 2020 di Alessandra Farro

Un gruppo di studenti del dipartimento di studi umanistici dell’università Federico II lancia una nuova rivista web: Aura, da un’idea di Nicola De Rosa, curatore insieme a Sara Gemma del progetto che avrà cadenza trimestrale.

Nasce come un laboratorio, uno spazio in cui diverse penne affermate e non dialogheranno con i lettori sul tema della scrittura saggistica, spesso trascurato nelle cerchie accademiche europee e poco compreso per la sua complessità, invece, al di fuori di esse. Uno sguardo critico da parte dei giovani umanisti cercando, però, di non discutere pretenziosamente, come si evince dall’editoriale che invita gli autori a prender parola dicendo “io”, «senza presunzioni di integrità esistenziale», e i lettori a restare in ascolto.

Il progetto inizia a concretizzarsi durante la pandemia, in un momento in cui il mondo ha iniziato a esasperare l’uso del web in modo frenetico e critico. Proprio per questo, “Aura” nasce sul web, apparentemente nemico della scrittura lenta e ragionata, che, solitamente, richiede un’attenzione, sia nella scrittura che nella lettura, difficilmente riconoscibile nella realtà virtuale. Questa la scommessa della rivista: porsi nei confronti del digitale con sguardo eretico e contribuire a riconfigurarne dall’interno il potenziale.

“Aura” si propone di dare voce a quei prodotti culturali, a quelle opere d’arte che nel mondo del web vengono assorbite e divorate in breve tempo, senza che ci sia la possibilità di dare loro il giusto valore.  
«Chi è guardato o si crede guardato alza gli occhi. Avvertire l’aura di una cosa significa dotarla della capacità di guardare», spiegano i curatori del progetto.

Qui il link della rivista: www.aurarivista.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA