Consiglio regionale della Campania, approvata la risoluzione per il piano infanzia

Martedì 11 Maggio 2021
Consiglio regionale della Campania, approvata la risoluzione per il piano infanzia

«Sono molto soddisfatta per l'approvazione all'unanimità, con la partecipazione dell'assessore regionale Lucia Fortini, da parte della Commissione che presiedo della risoluzione che delinea le strategie per contrastare l'impatto psicologico e sociale della pandemia sui minori e sugli adolescenti e plaudo al lavoro di tutti i commissari che ha consentito di giungere alla approvazione di un testo che si caratterizza per concretezza ed incisività su questo fondamentale tema». È quanto afferma la presidente della VI Commissione consiliare permanente, Bruna Fiola.

«Coerentemente con quanto previsto dal Piano nazionale, la risoluzione impegna la giunta regionale ad adottare iniziative nel quadro delle misure per contrastare l'epidemia da Covid-19, per definire scelte di indirizzo che mettano la salute fisica e mentale dell'infanzia e dell'adolescenza al centro delle politiche socio-sanitarie della Regione e dei singoli territori», sottolinea la consigliera regionale del Pd che aggiunge: «In particolare coinvolgendo su questo specifico tema, all'interno di un Tavolo di lavoro» consultabile dall'Unita di Crisi, i neuropsichiatri infantili, i pediatri, gli psicologi, i servizi educativi e quelli sociali, il Terzo settore. «In tale ottica - continua Fiola - si punta, tra l'altro, su attività scolastiche da garantire durante il periodo estivo, su iniziative per rafforzare la medicina territoriale, sui servizi di psicologia clinica dedicati alla prevenzione e alla cura del disagio psicologico nei bambini e negli adolescenti, anche attraverso l'offerta di consulenza psicologica da effettuare su richiesta dei medici di medicina generale o dei pediatri di libera scelta, sulla collaborazione con l'Ufficio scolastico regionale e con gli Ambiti territoriali per la realizzazione sul territorio regionale, a partire dalla stagione estiva 2021, di iniziative per potenziare la socialità e il gioco in ambiente extra familiare tra bambini e ragazzi coetanei».

«Per la prima volta la grave problematica dell'impatto subito dai bambini e dagli adolescenti a causa dell'emergenza coronavirus è oggetto di una strategia di contrasto globale che sono certa sarà realizzata e sarà l'occasione non solo per rimediare ai danni psicofisici subiti dai nostri bambini e adolescenti ma anche per rilanciare su temi fondamentali creando una rete globale di supporto , tutela e valorizzazione dell'infanzia e dell'adolescenza nella nostra Regione», conclude Fiola. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA