Lacco Ameno d'Ischia, ballottaggio tra i veleni. Sos del parroco: «Basta beghe meschine»

Domenica 27 Settembre 2020

Ad una settimana dal ballottaggio per eleggere il sindaco di Lacco Ameno, il parroco del comune don Gioacchino Castaldi, ha scritto una lettera aperta alla popolazione invitando ad abbassare i toni della campagna elettorale che tante polemiche sta provocando nel più piccolo dei comuni dell'isola d'Ischia. «Sento il bisogno impellente di dirvi di restare uniti. Oggi 'Lacco è ferità! Le ferite di questa terra sono state causate anche dalla meschinità delle beghe, dalla banalità dei discorsi, dalle contrapposizioni pretestuose, mentre sarebbe necessaria una alleanza, una coralità per affrontare insieme le sfide e le lacrime amare di questi ultimi tre anni che sembrano dimenticate! Vi chiedo e vi supplico: abbassiamo i toni che questa campagna elettorale ha innescato».
 


Le elezioni amministrative a Lacco Ameno vedono in lizza due liste, quella di Sempre per Lacco Ameno con capolista il senatore Domenico De Siano, già sindaco di Lacco ed attuale coordinatore regionale di Forza Italia e quella de Il Faro, con capolista Giacomo Pascale, anch'egli del partito azzurro e sindaco sino allo scorso ottobre quando fu sfiduciato dalla maggioranza dei suoi consiglieri tra cui figurava il fratello del senatore De Siano. La tornata elettorale di domenica scorsa aveva avuto come risultato una clamorosa parità tra le due liste (1541 voti ciascuna) che ha portato al ballottaggio che si terrà domenica 4 ottobre. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA