Napoli, il ministro Spadafora a San Giovanni: «Nuova vita al campetto della scuola»

Sabato 9 Novembre 2019
Un impegno per dare nuova vita al campetto dell'istituto comprensivo Vittorio da Feltre, nel quartiere San Giovanni a Teduccio, a Napoli, la stessa che, nella primavera scorsa, fu teatro di un agguato di camorra. «Il campetto qua fuori - ha detto Vincenzo Spadafora, ministro per lo Sport e le Politiche Giovanili - vale più di mille telecamere».

Nel corso di una iniziativa dal titolo «Scuola ultima frontiera», organizzata nell'ambito del Sabato delle idee, Spadafora ha posto l'accento sulla necessità di garantire impianti sportivi nelle scuole «come luoghi di aggregazione per i ragazzi». «Facciamo un incontro tutti quanti - ha detto - e vediamo cosa dobbiamo e possiamo fare per il campetto, anche con il Comune che è già presente sul territorio». Alla scuola, come ha evidenziato, «abbiamo sempre dato responsabilità e poi però non abbiamo dato neanche la carta igienica». «È stato un modo per deresponsabilizzare, come governo e istituzioni, pensando che la buona volontà e la pazienza delle persone sarebbe stata sufficiente - ha affermato - Sbagliando perché è un errore non investire, anche economico, perché quello che dopo lo Stato paga per intervenire è un costo assai più alto». «Si vanno a creare buchi perché ricade tutto sulle Regioni, sui Comuni e non solo le periferie che sono ovunque - ha aggiunto - Sono stati creati proprio dei ghetti. Il tempo che avrò a disposizione come ministro di questo governo voglio spenderlo soprattutto per lo sport, per gli impianti sportivi. Noi ci mettiamo le risorse, vediamo cosa fare anche rispetto alle autorizzazioni». Ultimo aggiornamento: 17:23 © RIPRODUZIONE RISERVATA