Pompei, una donna capogruppo in consiglio comunale per la prima volta

Sabato 24 Luglio 2021 di Susy Malafronte
Pompei, una donna capogruppo in consiglio comunale per la prima volta

Pompei, la prima donna capogruppo nella storia politica della città. Non era mai accaduto nella città degli Scavi. All'interno della maggioranza quattro consiglieri hanno formato un nuovo organismo politico «Movimento Democratico Pompeiano» capitanato dalla neo consigliera comunale Pina Piedepalumbo, entrata in amministrazione dopo che il Tar le ha riconosciuto i voti che le erano stati «negati» da una sezione elettorale. «Il movimento - spiega la docente e neo capogruppo - nasce per rafforzare l’azione amministrativa e rilanciare lo spirito e la coesione di fondo della maggioranza. Fondamentale per noi proseguire con tutte le nostre energie a sostenere il sindaco, operosi nell’interesse esclusivo di Pompei e in linea con gli ideali che ci hanno portato ad intraprendere questa esperienza da consiglieri comunali. Abbiamo scelto di metterci al servizio della città  e dei cittadini attraverso il percorso di buon governo che dovrà cambiare il volto della città e il modo di amministrare. La cultura, il turismo, i grandi eventi, la fondazione, lo sport, sono quelle deleghe da valorizzare al fine di promuovere opportunità e   benefici per l’intero tessuto sociale, anche di carattere economico».

Hanno aderito al nuovo raggruppamento politico i consiglieri comunali: Giuseppe Del Regno, Pina Piedepalumbo, Marino Veglia e Vincenzo Vitiello. Gli assessori di riferimento in seno alla giunta sono la vicesindaco Andreina Esposito e Michele Troianiello. Il neo gruppo consiliare  ha designato Pina Piedepalumbo alla carica di capogruppo che sottolinea. «Ringrazio tutti per la fiducia; per me è un onore rappresentare il nuovo gruppo Consiliare. Il nostro lavoro sarà svolto in continuità e sinergia a quello esercitato fino ad oggi nel rispetto del programma e del mandato ricevuto dal nostro elettorato e con quel senso di responsabilità che ci hanno finora contraddistinti. Abbiamo il dovere morale di essere un punto di riferimento per tutti  in particolar  modo per i giovani. Pompei ha tutte le potenzialità per produrre benessere sociale e civile; è inevitabile, però, mettere al centro dell’azione amministrativa la cultura, unica fonte in grado di attirare energie espansive e perno fondamentale della strategia di crescita. Come gruppo abbiamo il ruolo di contribuire ad amministrare la nostra città con l’unico obiettivo di garantire sempre più il bene della comunità».

Ultimo aggiornamento: 25 Luglio, 09:27 © RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche