Le radici e il futuro dell’Europa a Palazzo Serra di Cassano nel segno di Filangieri

Le radici e il futuro dell’Europa a Palazzo Serra di Cassano nel segno di Filangieri
Domenica 26 Gennaio 2020, 19:17
2 Minuti di Lettura
Sabato 25 gennaio si è tenuto a Palazzo Serra di Cassano l’incontro “Gaetano Filangieri e l’integrazione europea”, organizzato dall’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici, la sezione partenopea della Gioventù Federalista Europea e l’Accademia Filangieri-Della Porta, in memoria dell’avvocato Gerardo Marotta. 

Sono intervenuti Massimiliano Marotta, presidente dell’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici e figlio dell’avvocato Gerardo Marotta, Amedeo Arena, professore di diritto dell’Unione europea presso l’Università Federico II di Napoli e coordinatore della sezione giuridico-economica dell’Accademia Filangieri-Della Porta, e Francesco Iury Forte, responsabile dell’Ufficio del dibattito della Gioventù Federalista Europea. Vari i temi trattati, dall’influenza dell’illuminismo napoletano sul processo d’integrazione europea all’opportunità di un’Europa “a più velocità”. 

L’incontro di studi ha prodotto un vivace dibattito, al quale hanno partecipato l’illustre costituzionalista Carlo Amirante, Giuseppe Imparato, socio dell’Accademia Filangieri-Della Porta, e Flavia Palazzi, presidente della sezione partenopea della Gioventù Federalista Europea.  Diverse le posizioni espresse, comune il punto di sintesi: la necessità di rilanciare il processo d’integrazione verso l’orizzonte ideale degli Stati Uniti d’Europa.
© RIPRODUZIONE RISERVATA