Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Monte di Procida: a Villa Matarese uno spettacolo in onore delle tradizioni locali

Giovedì 9 Giugno 2022
Monte di Procida: a Villa Matarese uno spettacolo in onore delle tradizioni locali

Un’esperienza "multisensoriale" che unisce arte, cultura e tradizioni. È “Mitica: connessioni musicali, fisiche, digitali”, l'evento organizzato da Octopus Records e in programma a Monte di Procida il prossimo 11 giugno alle 21:30. Sul prato di villa Matarese, in particolare, si esibiranno gli artisti Andrea Tartaglia e Mancino, in uno spettacolo di musica e parole. In anteprima, inoltre, la proiezione del cortometraggio “Nell’ombra”. L'iniziativa è supportata dall’ associazione Spinapolice Ets-Comunità di Creanza Creativa, Associazione Guide Flegree, Vela Latina Monte di Procida ed Al chiar di Luna events.

L'appuntamento dell’11 giugno, in particolare, rappresenta solo l'ultima tappa di un percorso che parte da lontano. La Octopus Record, infatti, nella persona del direttore artistico di “Mitica”, Giuseppe Fontanella, ha ospitato nell'arco degli ultimi due weekend del mese di maggio, il cantautore Andrea Tartaglia nei luoghi più caratteristici di Monte di Procida per farli immergere nella cultura della cittadina. Nel tour in giro per il paese, i due artisti sono stati scortati da diversi “ciceroni” del luogo che hanno descritto le tradizioni greche, romane, quelle legate ai fenomeni migratori e l'arte della zona, anche scoprendone gli aspetti culinari.

Video

Quest’anno, inoltre, in occasione delle celebrazioni per Procida Capitale Italiana della Cultura 2022, è stato dato ampio spazio ai rapporti strettissimi tra le due comunità: la breve lingua di mare che separa l’isola dalla terraferma è stata attraversata su un'imbarcazione a vela storica, in un tour organizzato grazie alla disponibilità di “Vela Latina Monte di Procida”, per poter portare i partecipanti a Procida e suggellare questo legame millenario.  

Particolarmente suggestiva anche la visita al quartiere “Coricella”, che nel nome e nelle caratteristiche architettoniche ricorda il forte legame con la dirimpettaia isola di Procida (Monte di Procida ha fatto parte del comune di Procida fino agli inizi del ‘900). A conclusione di questa esperienza multisensoriale e sulla scorta dei numerosi stimoli visivi, olfattivi, storici ricevuti, Andrea Tartaglia ha scritto un brano a corredo. Il risultato, assieme alle immagini raccolte durante le visite, è confluito in un video documentario realizzato dalla Drazil Production che sarà proiettato proprio in occasione dell'evento finale dell’11 giugno.

«Il progetto» spiega il Direttore Artistico di Mitica, Giuseppe Fontanella «prevedeva un forte radicamento sul territorio. Il mio compito è stato quindi di scegliere artisti con la giusta sensibilità, e di offrire loro gli input consoni alla finalità che mi ero prefissato. Da musicista ho immaginato quali stimoli mi avrebbe fatto piacere avere per entrarvi appieno. I risultati ottenuti sono stati emozionanti e mi confermano che l'argomento è vasto e veramente interessante. Del resto, il radicamento sul territorio è stato sempre un elemento fondamentale delle mie precedenti direzioni artistiche. Stare in contatto col luogo, le tradizioni, la gente del posto è fondamentale, affinché la location di un concerto, di un festival non siano solo un contenitore vuoto».

L'evento è organizzato nell’ambito del progetto “Monte di Procida riparte dalla cultura” finanziato dal comune di Monte di Procida, con il contributo dell'assessorato alla cultura.

© RIPRODUZIONE RISERVATA