Dal torneo di scrittura alla tombola letteraria, una giornata natalizia tra libri e gioco

Mercoledì 11 Dicembre 2019 di Benedetta Palmieri
Proviamo a dimenticare per un momento che il 72 è la meraviglia e il 77 i diavoli, il 5 la mano e l’80 la bocca; e immaginiamo una smorfia tutta letteraria, fatta di titoli o personaggi mutuati dai libri – dove il 54 potrebbe corrispondere al collettivo Wu Ming e il 49 a “L’incanto del lotto 49” di Thomas Pynchon.

Insomma, si sarà capito che si tratta di tombola, il gioco principe delle feste natalizie, ma costruita a tema – del resto, non potrebbe essere altrimenti, visto che è il modo scelto da Lalineascritta (via Kerbaker 23) per chiudere la stagione e lanciare la prossima. La scuola di scrittura – ideata e guidata da Antonella Cilento, e arrivata al suo ventisettesimo anno di attività – ha infatti in programma un Open Day per questa domenica (il giorno 15), fatto di svago, musica e premi (che andranno dai libri alle gift card per accedere ai laboratori).

La tombola inizierà alle 20, ma sarà solo l’ultimo atto di una giornata che prenderà il via alle 11 del mattino – orario di partenza di un altro gioco, durante il quale non ci si limiterà a ascoltare brani di opere e coprire il numero giusto sulla propria cartella, perché i brani si dovrà comporli.

“All’impronta” è infatti il torneo di scrittura creativa pensato come una gara di improvvisazione letteraria, che vedrà i concorrenti alle prese con un incipit comune e quindici minuti a disposizione per condurlo dove vorranno.
Da sapere innanzitutto che, per partecipare, bisogna prenotarsi entro il mezzogiorno di sabato – per farlo, per leggere il regolamento e avere maggiori informazioni: sito, pagina Fb, la mail info@lalineascritta.it e il numero 081/5564013.

Al termine della prova, i voti del pubblico e quelli della giuria – composta dalla stessa Cilento, dagli editor Stefania Cantelmo e Giuseppe D’Antonio, e dalla drammaturga Stefania Bruno – decreteranno i vincitori.

La giornata prevede ancora la presentazione (alle 17) dei prossimi corsi e stage, tra cui quello con Salvatore Scialò intitolato “Emulsioni sensibili” e dedicato alla “emersione fotografica”; e musica: alle 19 si esibiranno infatti i Ferraniacolor in formazione acustica. 

Resta la curiosità di scoprire qualche abbinamento della tombola: che libri avranno ispirato il pauroso 90 o il disgraziato 17, il 14 o il 42?  © RIPRODUZIONE RISERVATA