Napoli, weekend per tutta la famiglia dal World Water Day all'Ospedale delle bambole

Week end a Napoli per tutta la famiglia
di Irene Saggiomo

  • 195
Il primo fine settimana di primavera si preannuncia di bel tempo e di tante belle iniziative all’aria aperta, con tutta la famiglia. Proponiamo alcune idee.

Venerdì si celebra il “World Water Day”, la giornata mondiale dell’acqua. Il 22 marzo di ogni anno è la data scelta nel 1992 dall’Onu, a seguito della Conferenza di Rio, per ricordare quanto l’acqua sia l’elemento indispensabile per la sopravvivenza, e per sensibilizzare tutti su questo tema fondamentale. 

La Città della Scienza risponde al richiamo con un week end (sabato e domenica alle 9 di mattina) di laboratori ludo/didattici dal titolo “H2O”. Un seminario pensato per i più piccoli in cui si spiega che “dai 4 elementi naturali fuoco, aria, acqua, terra, trae origine ogni sostanza di cui è composta la materia. L’acqua è sorgente di vita e senz'altro la più importante tra tutte le risorse composta chimicamente da due atomi di idrogeno e un atomo di ossigeno; il nostro pianeta, visto dallo Spazio, è una biglia blu proprio per la predominanza dell’elemento acqua, e anche il nostro corpo è costituito per il 60% di acqua, insomma è un elemento imprescindibile della nostra esistenza”. 

Ma non solo questa iniziativa, perché oltre a “H2O”, sempre alla città della Scienza, domenica alle 11.45 i bambini potranno partecipare a “Tutta l’acqua dello Spazio”, a cura dell’Unione Astrofili Napoletani. Il mini corso spiegherà che “la Terra è un pianeta particolare, dove l’acqua si trova allo stato liquido, solido ed aeriforme, mentre nello Spazio non è così: l’acqua si trova su alcuni pianeti, satelliti, asteroidi e anche nel nucleo delle comete, fuori il sistema solare l’acqua è presente nelle nebulose, quindi nelle galassie”. Tutta l’acqua dello spazio si svolgerà nell’area del planetario, per navigare tra le acque celesti.

Oltre al World Water Day, Città della Scienza organizza anche una mostra ospitata al 4° piano di Corporea dal titolo “Kokoro-no Bonsai Ten 4.0”, a cura del Napoli Bonsai Club. 2Un’esposizione dell’anima, della mente e del cuore, un’occasione unica per avvicinarsi all'affascinante mondo dei bonsai, della cultura e delle tradizioni nipponiche dietro la loro manifattura. Un momento in cui bambini potranno cimentarsi nella realizzazione di Kokedama, Shodò e Suiseki2. 

Infine, domenica mattina alle 11, arriva a Città della Scienza “Bricks 4 Kidz: scienza, tecnologia, ingegneria, arte e matematica non sono mai state così divertenti”. I laboratori sono adatti ai bambini dai 6 ai 10 anni, che saranno supportati da 2 tutor Bricks4kidz.
 
Sabato pomeriggio, dalle 15 alle 16, uno speciale tour per bambini del centro storico e all’Ospedale delle Bambole. La cooperativa di restauro e servizi per l’arte Artes, ha organizzato una visita che inizia a piazza Bellini, dove la guida Teresa attenderà tutti i bambini per raccontare la storia e le leggende della città partenopea: dal diavolo maiale della Pietrasanta all'agorà dell'antica città di Neapolis, passando per la via S.Gregorio Armeno, tra sculture e presepi, fino a una bottega unica al mondo, l'Ospedale delle Bambole. Una dottoressa speciale accoglierà i piccoli visitatori e li condurrà nel fantastico mondo in cui il tempo si è fermato. Il costo della visita guidata, più l’ingresso all’Ospedale delle Bambole è di 7 euro a bambino (fino ai 10 anni). Informazioni e prenotazioni suwww.mykidadvisor.com, o scrivendo a t.peluso@info-artes.it.
 
L’associazione VerginiSanità di Napoli, ha in programma per sabato alle 16.30 una visita all’acquedotto Augusteo, con laboratorio didattico “Sporchiamoci le mani”. Ispirato al libro Colori, di Hervè Tullet, in cui si parla dell’istinto naturale che guida i bambini a utilizzare il dito come fosse un pennello, e a pensare al libro come ad una tavolozza. Tullet invita a “sporcarsi le mani”, quindi in questo pomeriggio di gioco si offriranno ai piccoli partecipanti colori, fogli di carta, pennelli, spugne e scatole di cartone bianche, e li si lascerà liberi di sperimentare i movimenti suggeriti da Tullet. Età dai 2 ai 5 anni, in compagnia di un genitore, si raccomanda un abbigliamento comodo e che possa sporcarsi. Il contributo per visita guidata dell’acquedotto e il laboratorio, è di 8 euro a bambino, merenda inclusa. Laboratorio a cura di Raffaella Lavanga. Prenotazione obbligatoria tramite whatsapp al numero 3407031630, o via email a associazioneverginisanita@gmail.com.

Con appuntamento alla Porta Piccola del museo, per poi dirigersi nell’area picnic al Real bosco di Capodimonte, sabato mattina dalle ore 10 alle 12, i bambini e i ragazzi potranno partecipare al laboratorio di riciclo creativo. Il progetto Ricicli-amo nel bosco è proposto dall’associazione Amici del Real Bosco di Capodimonte, con l’obiettivo di sensibilizzare i giovani cittadini sul tema del “riciclo creativo”, ovvero la possibilità di creare nuovi oggetti o giochi partendo da materiale di scarto. Si propone così di educare le nuove generazioni all’azione consapevole della raccolta differenziata e al contenimento della produzione dei rifiuti attraverso esperienze di laboratorio creativo, al fine di tutelare e salvaguardare l’ecosistema del Real Bosco di Capodimonte. 
 
Domenica mattina, con partenza alle 8.20, “Viaggio teatrale in treno storico e visita guidata a Pompei”. Un singolare modo per una visita itinerante organizzata dall’associazione Karma Arte Cultura Teatro, in collaborazione con la Fondazione FS Italiane. Si tratta di un viaggio da Napoli a Pompei in treno storico, con interventi teatrali a bordo che riporteranno i partecipanti nei ricordi dell'antica Roma. Una volta arrivati a Pompei, una visita guidata alla scoperta degli scavi più famosi al mondo. Una giornata particolarissima al costo di 10 euro per un viaggio di sola andata (ma è possibile acquistare anche il biglietto per il ritorno), oltre al ticket degli scavi di Pompei di 15 euro. Il dettaglio della tratta di andata è: Napoli Centrale 08.20 (partenza), Pietrarsa - S. Giorgio a Cremano, Portici, Ercolano e arrivo a Pompei alle 09; poi il treno storico proseguirà la sua corsa fino a Salerno, nel mentre del suo ritorno, si farà l’escursione guidata dell’antica Pompei. Per le informazioni e l’acquisto delle prevendite si potrà contattare la Fondazione FS all’indirizzo email info@fondazionefs.it 
 
Domenica dalle 14.30 alle 17.30, si potrà assistere all’incontro di rugby - Campionato nazionale di serie B – delle squadre Amatori Napoli vs Arvalia Villa Pamphili. L’incontro è organizzato da Amatori Napoli Rugbye si terrà nel campo di Viale della Liberazione a Napoli.
 
Domenica pomeriggio al museo Madre “Lascia il segno: lasciare una traccia di sé in un museo d’arte contemporanea”. Il museo propone una speciale attività per bambini dai 6 ai 12 anni, un laboratorio sul graffito ispirato all’opera di Mimmo Paladino "Senza titolo" del 2005. Dopo una visita alle sale monografiche della collezione site-specific del museo, e all’opera di Paladino in cui gli ermetici segni graffiati sulla superficie grezza delle pareti rimandano ad un universo arcano e primitivo, i partecipanti saranno invitati a cimentarsi nella realizzazione di un graffito. Utilizzando come base la malta fresca, stesa su un supporto ligneo, verranno realizzate incisioni di vario tipo, segni grafici, forme, simboli e contorni che alludono a soggetti figurativi. In un secondo momento, l’uso del pigmento nero, ispirato allo stile e alla tecnica di Paladino, trasformerà le forme abbozzate in prime rudimentali opere d’arte. Prenotazione obbligatoria allo 08119737254. Per i partecipanti l’ingresso al museo con biglietto famiglia è di 4 euro a bambino, gli accompagnatori (massimo due per bambino), pagano 2 euro. 
Giovedì 21 Marzo 2019, 20:00 - Ultimo aggiornamento: 22 Marzo, 20:30
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP