Da Massimo Troisi a Pino Daniele, weekend a Napoli tra dolci ricordi d'autore

Venerdì 15 Marzo 2019 di Irene Saggiomo
Week end a Napoli
Week end di bel tempo in città, ecco cosa fare per goderne appieno.
 
“Passeggiata di Napoli attraverso la smorfia”, ecco cosa fare sabato mattina in compagnia delle associazioni ProLoco Capodimonte insieme con Cittadinanzattiva Napoli Centro e Terza Municipalità, che hanno organizzato il singolare tour. Si partirà alle 10 da piazza Dante, lato Port’Alba, la passeggiata culturale sarà condotta dalle guide turistiche Maria Settembre e Clementina Starace, ma con loro ci saranno anche dei lettori delle associazioni, che nel corso dell’itinerario leggeranno la Smorfia Napoletana, secondo i numeri che i partecipanti estrarranno, oltre a quelli già scelti per assonanza con i luoghi che si visiteranno. La scelta dei numeri richiama la cabala e le teorie pitagoriche, ma deriva da fatti clamorosi realmente avvenuti o dai sogni; il termine “smorfia” proviene dalla parola Morfeo, il dio del sonno e quindi dei sogni. Per partecipare a questo tour bisognerà inviare una email napolicentroattiva@gmail.com, o telefonare Clementina al 3337039542, Mariantonia 3911067180, Anna 3493283960, oppure Luca 3391590098; il contributo alla visita è di 5 euro.
 
Sabato mattina, in occasione delle manifestazioni per il centenario dall'autonomia del Comune di Bacoli, si potrà partecipare gratuitamente alla visita del Parco Vanvitelliano sul lago di Fusaro. Oltre alla visita del parco si scopriranno i principali aspetti naturalistici e storici del lago, ci si soffermerà sulle specie avifaunistiche e botaniche; si visiterà la Casina Vanvitelliana, realizzata in epoca Borbonica e originariamente adibita a casino di caccia da re Ferdinando IV. Infine si potrà salire sulla terrazza dell’Ostrichina, un edificio facente parte del Parco, dove sarà approfondita l’antica pratica dell’ostricoltura praticata nel Fusaro, avendo modo di scoprire interessanti curiosità sulle conchiglie dei Campi Flegrei. Il tour è gratuito per questa occasione, basterà presentarsi al Parco Vanvitelliano, in piazza Gioacchino Rossini 1 a Bacoli.

Domenica al Centro di Alimentazione Consapevole in piazza Bellini, Napoli, si potrà partecipare a un incontro/degustazione sui te freschi primaverili di quest’anno. L’evento è organizzato da Giuseppe Musella, un vero esperto dei rituali del te, che presenta per degustazione cinque pregiatissime qualità di te e spiega che questi te sono considerati i più pregiati perché raccolti prima dell’imminente festa tradizionale cinese Qing Ming, o festa della luce. Il costo dell'incontro è di 25 euro, si potranno chiedere informazioni scrivendo all’indirizzo gixmusella@gmail.com, o telefonando a numero 3921629364.
 
Si festeggiano questa domenica mattina, con due giorni d’anticipo, il compleanno e l’onomastico degli indimenticati Pino Daniele e Massimo Troisi, e lo si fa con una mostra/concerto organizzata dall'associazione Nuovo Cinema Paradiso, curatore Bruno Alberto. La celebrazione inizierà in maniera solenne con una messa in loro ricordo nella chiesa di Santa Maria dell'Aiuto in largo Ecce Homo, subito dopo si apriranno le porte della “sala dei musici”, dove si potrà vedere una bella mostra di locandine e poster cinematografici originali, delle colonne sonore che Pino Daniele aveva creato per i film di Massimo Troisi, e infine (ore 12.30) si potrà assistere al concerto degli Esona Ancor, tribute band di Pino Daniele. 
 
Domenica a mezzogiorno si potrà assistere all’evento “Operazione San Gennaro Tesoro Story”, un racconto che “stenderà sul tavolo della storia, un’immaginaria pergamena molto antica, intorno alla quale potranno ritrovarsi i partecipanti, una manifestazione che aspetta gli appassionati dell’argomento per snocciolare cronache e leggende, misteri e allusioni, che da millenni ruotano intorno alla figura di Eusebio Januario Martire e Vescovo di Benevento, da tutti conosciuto come San Gennaro”, dicono gli organizzatori. Si potranno consultare libri, convegni, trattati, poesie, film, documentari scientifici, cronache vere e cronache finte; si racconterà persino di quando gli stilisti Dolce & Gabbana hanno dedicato una speciale collezione di moda al patrono di Napoli. Ma ancora molto, si racconterà di don Giuseppe Navarra, un guappo napoletano detto anche il re di Poggioreale, che con documenti falsi (attestanti fosse il vice sindaco di Napoli), andò sfacciatamente in Vaticano dove era stato opportunamente nascosto il tesoro di San Gennaro durante tutto il periodo della seconda guerra mondiale, a riprenderlo. La mattinata, illustrata dalla storica dell’arte Rossana Di Poce, porterà alla scoperta della Guglia dedicata a San Gennaro, alla Cappella detta del Tesoro, alla Cripta e al museo del Tesoro di San Gennaro. Per partecipare si consiglia la prenotazione al 3317485815 (whatsapp). Quota di partecipazione euro 14 comprensiva di ticket museale.Ultimo aggiornamento: 17 Marzo, 13:30 © RIPRODUZIONE RISERVATA