Musica barocca alla Domus Ars, termina Sicut Sagittae

Mercoledì 6 Ottobre 2021 di Emanuela Sorrentino
Musica barocca alla Domus Ars, termina Sicut Sagittae

Con i concerti di domani giovedì 7 e venerdì 8 ottobre, alle 20 alla Domus Ars, si chiude la VI edizione del Festival di Musica Barocca Sicut Sagittae, in residenza al centro di Cultura Domus Ars di Carlo Faiello. Festival prodotto dal Il Canto di Virgilio, in collaborazione con l’Associazione Cappella Neapolitana – Antonio Florio.

Domani giovedì 7 l’ensemble “Port de voix”, gruppo diretto da Angelo Trancone, la cui nascita è stata fortemente voluta e sostenuta da Florio, completa l’esecuzione dei “Cantemus, Psallamus”​ Mottetti a 2 voci (Napoli 1689) II appuntamento, di Francesco Provenzale (cominciata la scorsa edizione), con i soprani Leslie Visco e Giusy Perna, accompagnati all’organo e diretti da Trancone. Partiture​ su revisione di Antonio Florio.

Venerdì 8 la Cappella Musicale Corradiana nel concerto Affetti e Tastiature ​ Il canto della voce e dell’ organo nel Barocco Italiano dedicato alla mistica unione della voce e dell’organo nella musica da chiesa italiana dell’età barocca, con il soprano Anna Maria Bellocchio e l’organista Gaetano Magarelli. In esecuzione musiche Isabella Leonarda (1620-1704) musicista notevolmente raffinata, la cui produzione è essenzialmente sacra e rivela uno stile compositivo che corrisponde alle necessità della pratica musicale nel convento femminile di appartenenza. È stata una delle prime donne ad aver pubblicato Sonate per strumenti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche