Carcere femminile, formazione e inclusione: 4
detenute assunte come tecnici di macchine da caffè

Mercoledì 10 Luglio 2019 di Pasquale Guardascione
POZZUOLI. Un importante protocollo d'intesa è stato siglato tra la direzione della Casa Circondariale di Pozzuoli rappresentata dalla dottoressa Carlotta Giaquinto e il Gruppo Izzo srl rappresentato da Ciro De Rosa per la promozione dell'attività di formazione e lavoro a favore delle detenute. 

A breve nei locali della Casa Circondariale sarà avviata  a cura della società Izzo la formazione  professionale di manutenzione e rigenerazione di macchine da caffè espresso. Al termine del periodo di formazione, 4 detenute saranno assunte dalla Izzo srl come tecnici dell'assemblaggio  e della riparazione di macchine da caffè a leva e macinini. «Un'iniziativa concreta e realistica che consente all'istituto di fare un ulteriore passo verso il sostegno all'inclusione sociale delle ristrette donando un'opportunità di riscatto e di lavoro», ha spiegato la direttrice del carcere Carlotta Giaquinto.  © RIPRODUZIONE RISERVATA