Sport e inclusione, al via il master a Napoli: Oliva e altri campioni testimonial

30 studenti il 29 marzo 2019 alle ore 14,30 presso l’Aula Magna dell’Università Parthenope in Via Acton 38 prenderanno parte alla Lectio Inauguralis del Primo Master in Italia per “Esperti in educazione motoria e sportiva per l’inclusione e la prevenzione del rischio”.

Un sogno visionario nato dalla determinazione della prof. Maria Luisa Iavarone, professore ordinario di pedagogia sociale presso l’Università Parthenope e madre del giovane Arturo, il ragazzo brutalmente accoltellato in Via Foria il 18 dicembre del 2017 da una baby-gang. Dal quel doloroso episodio è nato un movimento di “anticriminalità educativa e sociale” che ha scosso coscienze e motivato la professoressa Iavarone, che è anche Direttrice del Master, a costruire un percorso accademico volto a ripensare in maniera concreta le competenze e gli strumenti di cui devono dotarsi gli educatori per contrastare e contenere l’emergente fenomeno della violenza giovanile.

Una sfida raccolta avvalendosi degli strumenti dello sport e che, grazie alla presenza di docenti e testimonial del calibro di Pino Maddaloni, Davide Tizzano, Patrizio Oliva, Massimiliano Rosolino e Franco Porzio, sarà anche supportata da attività di stage presso importanti realtà sportive ed associative coinvolte nel progetto formativo. Il giorno successivo, 30 marzo 2019, i masterizzandi saranno immediatamente proiettati in un workshop esperienziale, con la presenza di studiosi ed operatori di livello internazionale, sulle Arti Marziali quale fattore regolativo e di controllo dell’aggressività e dell’istinto.
Mercoledì 27 Marzo 2019, 17:19
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP