Vaccini, raccomandare non basta: bisogna vietare

Venerdì 11 Giugno 2021 di Bruno Vespa

Un freddo statistico direbbe che un episodio mortale è irrilevante dinanzi agli enormi vantaggi che i vaccini – Astrazeneca inclusa – hanno procurato a decine di milioni di italiani negli ultimi sei mesi. Eppure la diciottenne genovese Camilla Canepa è vittima della confusione scientifica in atto da mesi e del federalismo sanitario, spesso virtuoso, talvolta irragionevole.

Si può mettere nel conto che per un farmaco uscito da poco da una...

Il testo completo di questo contenuto a pagamento è disponibile agli utenti abbonati
Ultimo aggiornamento: 12 Giugno, 07:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA