Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

BEPPE GRILLO

Movimento 5 stelle: chi sta con Grillo e chi sta con Giuseppe Conte. Ma c'è anche la corrente dei mediatori

Giovedì 1 Luglio 2021 di Marco Conti
Movimento 5 stelle: chi sta con Grillo e chi sta con Giuseppe Conte. Ma c'è anche la corrente dei mediatori

La trattativa tra Beppe Grillo e Giuseppe Conte sul nuovo statuto è durata settimane senza che nessuno dei parlamentari del M5S ne abbia avuto contezza. Il testo dello statuto proposto da Conte resta ancora ignoto mentre le tifoserie si divaricano. Non si ha il testo dello statuto, malgrado sia stato promesso, e non si conosce lo scambio di mail tra ex premier e Fondatore. Difficile da spiegare per una forza politica che predicava trasparenza e che invece si nasconde e si spacca. 

M5S, chi sta con Giuseppe Conte e chi sta con Beppe Grillo?

 

In attesa della scissione - ammesso che ci sia - le due correnti mostrano i muscoli. Con Giuseppe Conte c’è il ministro Stefano Patuanelli, la senatrice Paola Taverna, il sottosegretario Cancelleri e l’ormai ex reggente Vito Crimi che dovrebbe convocare le consultazioni su Rousseau. Poi ancora l’ex ministro Alfonso Bonafede mentre un altro ministro, come Federico D’Incà, si tiene a distanza anche per il suo stretto rapporto con il presidente della Camera Roberto Fico che in questi giorni ha cercato una mediazione insieme a Luigi Di Maio.

Conte-Grillo, Di Maio e Fico mediano. I parlamentari: «No al voto su Rousseau»

Il ministro degli Esteri, impegnato in questi giorni a Matera per il G20, è forse l’unico che conosce bene il Movimento insieme a Beppe Grillo anche per averlo guidato nella prima fase dell’attuale legislatura.

Con Conte

Con Conte sono anche Roberta Lombardi, Chiara Appendino, Lucia Azzolina e un’altra esponente del governo come Alessandra Todde.

Con Grillo

Con Grillo si può dire che sta tutto il resto del Movimento. Inclusi coloro che sono stati buttati fuori negli anni scorsi e che in questi giorni hanno interpretato le parole di Grillo come un ritorno alle origini .

Nicola Morra, presidente della commissione Antimafia è uno di questi. Ma con Grillo è schierato il capogruppo alla Camera Davide Crippa, poi ancora  l’ex ministro Danilo Toninelli e Carla Ruocco.

Ultimo aggiornamento: 14:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA