Alessia Logli, la figlia di Roberta Ragusa: «La moda mi univa a mamma, così provo a guardare avanti»

Giovedì 6 Agosto 2020 di Valeria Arnaldi
Alessia Logli, la figlia di Roberta Ragusa: «La moda mi univa a mamma, così provo a guardare avanti»

Occhi grandi, lunghi capelli chiari, alta 1.80, fisico slanciato. Alessia Logli, 19 anni, figlia di Roberta Ragusa - la donna svanita nel nulla nel Pisano nella notte del 13 gennaio 2012 e per la cui scomparsa è stato condannato il padre Antonio Logli a 20 anni di carcere con l'accusa di omicidio volontario e distruzione di cadavere - è diventata una reginetta di bellezza. Ha conquistato la giuria popolare, è stata la più votata dalla Rete, e ha vinto la fascia di Miss Grand Prix on the web 2020 nel concorso nazionale di bellezza Miss Grand Prix, tenutosi nei giorni scorsi a Pescara. La abbiamo raggiunta all'isola d'Elba, dove sta trascorrendo le vacanze.
Come è nata l'idea di partecipare al concorso?
«È successo durante il lockdown. Non uscendo di casa, passavo molto più tempo di prima al telefono e sui social, ho notato questo concorso dove selezionavano ragazze sul web e ho deciso di partecipare per la Rete. Il mondo della moda mi è sempre piaciuto molto ma non avevo fatto nulla di concreto prima per cercare di avvicinarmi al settore».
È stato un modo per aprire un capitolo nuovo della vita?
«L'intento è quello. Non voglio essere ricordata solo per il mio passato doloroso, vorrei che si guardasse a me anche per cose belle. A volte mi criticano. Alcuni follower su Instagram mi hanno attaccata perché pubblico foto nelle quali sorrido, mi hanno chiesto come faccio a non stare mai male. Per me il dolore è un fatto personale, non è qualcosa da mostrare e quando lo si fa è falso».
Nonostante le critiche, su Instagram si sta raccontando. Ha mostrato la foto del tatuaggio con il nome di sua madre.
«Sono stata criticata molto anche per quello. Hanno detto che non avrei dovuto tatuare il suo nome, Roberta, ma la parola mamma. Cosa cambia? È una follia. Sono arrivati tanti commenti. Sono di persone che non mi conoscono. Il profilo è aperto, quindi ognuno può dire ciò che vuole. Quella foto l'ho messa pure per dire riparto da qui. Non voglio dimenticare il mio passato, ma vorrei che si guardasse avanti».
E nel suo domani cosa vede?
«Non ho ancora deciso. Per ora, un anno sabbatico. Non voglio passarlo in vacanza, ma desidero pensare bene al mio futuro, scegliere con attenzione il mio cammino. E vorrei anche cercare un lavoro nella moda, vedere che proposte arriveranno dopo la fascia. Poi, farò l'università. Credo che mi iscriverò alla facoltà di Economia, mi interessa il management e comunque è un tipo di studi che offre tanti sbocchi. Il lavoro da modella è abbastanza incerto. Da quando sono entrata in finale, prima ancora della fascia, mi sono arrivate varie proposte per fare shooting fotografici. Vedremo».
Come è nata la passione per la moda?
«Amo la moda da sempre. Già da bambina. Mamma mi permetteva di scegliere da sola i vestiti da indossare. Entrare nel mondo del fashion sarebbe quasi portare avanti quel gioco. Penso sarebbe stata davvero felice del titolo che ho conquistato. Mi ha sostenuta ogni giorno. Gli abiti mi sono sempre piaciuti, credo di avere preso questa passione dalla mamma. Lei sapeva cucire molto bene, le piaceva. Faceva anche gioielli. Io da piccola la guardavo, ma non partecipavo granché. Quando sono diventata più grande, ho realizzato con l'aiuto di mia nonna dei costumi per Cosplay. Poi sono stata contattata su Instagram e mi è stato chiesto se fossi interessata a una collaborazione, ho accettato, mi hanno spedito dei vestiti, li ho indossati e ho fatto foto che poi ho pubblicato sul mio profilo. È stato divertente».
Quindi, nel futuro c'è anche l'opzione influencer?
«Per ora ho più di settemila follower, che sono tanti per me ma pochi per le aziende. Certo, sarebbe interessante, vedremo cosa succederà dopo la conquista di questa fascia, se si apriranno delle opportunità. Immagino che ora, ad agosto, sia tutto fermo. Se ne riparlerà a settembre. Quindi, adesso mi limito a godermi la vittoria. Non me l'aspettavo. Ho festeggiato in spiaggia con il mio fidanzato e gli amici. Poi, finite le vacanze penserò al futuro».
A settembre si riparte da zero?
«Si riparte sicuramente. Non da zero, però. Io sono la persona che sono anche per il mio vissuto. Vorrei solo che i riflettori fossero puntati meno sul mio passato e che la luce cominciasse ad essere più su di me».
 

 

 

Ultimo aggiornamento: 7 Agosto, 13:31 © RIPRODUZIONE RISERVATA