Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Aosta, donna di 30 anni trovata morta: il corpo era sepolto in una fossa dietro la piscina comunale. La procura indaga per omicidio

Mercoledì 1 Giugno 2022
Aosta, donna di 30 anni trovata morta: il corpo era sepolto in una fossa dietro la piscina comunale

Una donna di 30 anni è stata trovata morta sul greto della Dora Baltea, alla periferia di Aosta. Il corpo era sepolto in una fossa e si trovava in una buca lunga due metri, larga un metro e profonda circa 50 centimetri. È intervenuta la polizia per svolgere i rilievi. La fossa è dietro la piscina comunale di Aosta. Vicino ci sono i resti di una specie di accampamento all'addiaccio.

La procura indaga per omicidio

La procura di Aosta ha aperto un fascicolo per omicidio in merito al ritrovamento di un cadavere di una donna nel tardo pomeriggio di ieri sull'argine della Dora, dietro la piscina di Aosta. Dai primi accertamenti non ci sono segni di violenza sul corpo della vittima, su cui sarà svolta l'autopsia. Il cadavere è stato trovato a seguito di una segnalazione alla polizia. Al momento la procura non esclude nessuna ipotesi.

Esclusa la pista del suicidio

La procura di Aosta intende disporre l'autopsia per stabilire le cause del decesso della donna trovata morta nella tarda serata del 31 maggio sull'argine della Dora Baltea, dietro la piscina di Aosta. Al momento si esclude l'ipotesi del suicidio. Potrebbe trattarsi di una valdostana attorno ai 30 anni ma solo con il test del Dna si potrà accertare la sua identità. Il corpo si trovava lì da tempo.

Ultimo aggiornamento: 18:16 © RIPRODUZIONE RISERVATA