Giulia Segato, morta in un incidente: l'sms fatale inviato ai genitori pochi istanti prima dello schianto

Lunedì 27 Settembre 2021
Giulia Segato, morta in un incidente: l'sms ai genitori, pochi istanti dopo lo schianto

Un sms fatale, inviato ai genitori pochi istanti prima dell'incidente a Fiesso d'Artico, in provincia di Venezia, che le è costato la vita. «Sono qui, sto arrivando», il messaggio di Giulia Segato per rispondere ai genitori, travolti dal dolore per la perdita della figlia. Come riporta il Gazzettino la mamma e il papà non si danno pace. A raccontarlo è la zia materna: «Si danno la colpa di averla pressata perché tornasse a casa. Se non ci avesse risposto, dicono, forse sarebbe ancora qui con noi».  

Gli orari tra l'invio dell'sms su Whatsapp e l'incidente sembrano combaciare anche se sarà pressoché impossibile correlare i due episodi. Secondo la polizia la giovane «correva velocemente». Intanto, complice anche il week end, la magistratura veneziana non ha ancora rilasciato il nulla osta per la sepoltura della 29enne di Fiesso d’Artico Giulia Segato, deceduta poco prima della mezzanotte tra giovedì e venerdì 24 settembre a causa di un incidente stradale successo nel territorio comunale di Fiesso d’Artico, in prossimità dell’incrocio tra via Barbariga e via Cavour. 

Video

Il messaggio inviato tramite Whatsapp da Giulia Segato è giunto al cellulare della mamma Marina verso le 23.40 di giovedì, pochi istanti prima dell'incidente a Fiesso d'Artico, in provincia di Venezia. I suoi genitori erano preoccupati per il ritardo e l'avevano appena cercata al cellulare. Sapevano che all'indomani avrebbe dovuto svegliarsi presto per recarsi al lavoro. Potrebbe essere stata questa la causa dell'inspiegabile incidente successo alla ragazza, visto che le mancavano solo un centinaio di metri per giungere a casa. Giulia potrebbe infatti essersi distratta dalla guida proprio per inviare il messaggio e si sarebbe trovata improvvisamente davanti la Bmw, il cui conducente aveva sensibilmente rallentato per svoltare a sinistra e imboccare via Cavour. «Eppure aveva detto che si trovava vicino a casa, come mai non è ancora arrivata?», ha detto preoccupato Francesco alla moglie Marina. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA