Londra, in centinaia a Stonehenge per il solstizio d'estate nonostante le restrizioni: «Hanno messo a rischio tutti»

Mercoledì 23 Giugno 2021
Londra, in centinaia a Stonehenge per il solstizio d'estate: «Hanno messo a rischio tutti»

I divieti a Londra non hanno frenato i festeggiamenti per il solstizio d'estate. Centinaia di persone hanno preso parte a Stonehenge al solstizio d'estate, nonostante le autorità avessero sconsigliato gli affollamenti nella zona a causa delle restrizioni anti Covid. English Heritage aveva predisposto la riapertura del celebre sito archeologico proprio per il 21 giugno, in linea con la fine delle restrizioni, poi prorogate dal governo per almeno altre quattro settimane. Per questo, gruppi di persone hanno scavalcato la barriera protettiva e sono entrate nel circolo di pietre per assistere al sorgere del sole nel giorno più lungo dell'anno, costringendo le autorità ad interrompere la diretta streaming che era stata predisposta come alternativa virtuale per gli spettatori di tutto il mondo.

Solstizio d'estate, la giornata più lunga dell'anno: significato, riti e perché si festeggia oggi

 

Una portavoce di English Heritage ha definito «deludente» il comportamento di quanti, nonostante le restrizioni anti Covid, «hanno agito in modo da mettere a rischio se stessi, il nostro personale e la polizia». Nonostante gli assembramenti, la polizia del Wiltshire, la contea nell'Inghilterra sud-occidentale dove si trova Stonehenge, non ha registrato incidenti. 

Ultimo aggiornamento: 24 Giugno, 09:55 © RIPRODUZIONE RISERVATA