Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Il dramma di Lorenzo, morto a due anni sotto l'auto del papà. Oggi i funerali: «Il nostro angelo volato via»

Martedì 14 Giugno 2022 di Ilaria Del Prete
Il dramma di Lorenzo, morto a due anni sotto l'auto del papà. Oggi i funerali: «Il nostro angelo volato via»

A Messina è il giorno del dolore. Si tengono stamattina nella Cattedrale del Duomo cittadino i funerali di Lorenzo Cucinotta, il bambino di due anni morto travolto dall'auto del padre - ora indagato per omicidio colposo, un atto dovuto - sceso per aprire il garage. La dinamica della tragedia, che si è consumata in pochi istanti domenica pomeriggio alla presenza della famiglia, è tutta da ricostruire: sull'incidente indaga la Procura di Messina, diretta da Maurizio de Lucia, che ha già delegato gli accertamenti sulla vicenda ai carabinieri e restituito la la salma ai familiari per i funerali.

Bimbo di 2 anni muore schiacciato dall'auto del padre: il fratellino avrebbe azionato il cambio

Nel momento del dolore più grande la famiglia Cucinotta ha chiesto di «astenersi dal raccontare la dinamica della tragedia che, in assenza delle ricostruzioni che stanno operando gli inquirenti e del racconto dei presenti, rischia di risultare - in alcuni casi - anche fantasiosa». Il padre di Lorenzo, il signor Luigi, ha voluto comunque affidare tramite il suo legale alla Gazzetta del Sud un ricordo del piccolino strappato troppo presto alla vita: «Il nostro Angelo è volato via. Lorenzo era un bimbo dolce, intelligentissimo, sempre allegro ed immensamente affettuoso con tutti. Siamo straziati nel più profondo del cuore e consci che non potremo mai rassegnarci al vuoto che oggi si è creato nella nostra famiglia. In questo tragico momento vogliamo restare chiusi nel nostro immenso dolore e vicini ai suoi fratellini. Affidiamo queste poche parole al nostro legale pregandolo di voler fare giungere a tutti - e tra questi al Presidente di Atm ed al suo staff - il nostro grazie per l’affetto che stiamo ricevendo e che che ci fa sentire meno soli».

Elena Del Pozzo, interrogati i parenti della bambina rapita. L'appello di Piera Maggio: «Non fatele del male»

Ultimo aggiornamento: 16:41 © RIPRODUZIONE RISERVATA