Mattia muore a 16 anni travolto dal treno, il papà: «Eri speciale, dolore devastante». Aperta un'inchiesta

Venerdì 10 Gennaio 2020
Mattia muore a 16 anni travolto dal treno, il papà: «Eri speciale, dolore devastante». Aperta un'inchiesta

La Procura della Repubblica di Ancona aprirà un fascicolo per la morte di Mattia Perini, lo studente di 16 anni investito ieri da un treno nella stazione di Loreto, città in provincia di Ancona dove frequentava l'istituto alberghiero. Non si sa però con quale ipotesi di reato, dato che non è ancora arrivata tutta la documentazione da parte della polizia ferroviaria. Verranno acquisite la scatola nera del Frecciargento che ha investito il ragazzo e le immagini delle telecamere della stazione. Il 16enne non si sarebbe accorto del treno in arrivo, perché aveva le cuffiette. Il pm Serena Bizzarri non intende disporre l'autopsia perché le cause della morte sono certe. Bisogna però ricostruire la dinamica dell'incidente.

Attraversa i binari con le cuffiette, studente di 16 anni travolto e ucciso dal treno davanti ai compagni

Attraversa i binari con le cuffie, ventenne travolto e ucciso dal treno

Il papà: «Eri speciale, dolore devastante». Non trova pace Giordano Perini, il papà di Mattia per il dolore devastante causato dalla tragica scomparsa del figlio 16enne. «Surreale parlare di lui al passato. Aveva tante passioni e la testa sulle spalle... era innamorato del calcio e con un talento per la cucina», scrive in un post Giordano Perini.
 

 

Ultimo aggiornamento: 15:07 © RIPRODUZIONE RISERVATA