Studentessa di 19 anni stroncata dalla leucemia. «In 15 giorni il male ce l'ha portata via»

Sabato 2 Gennaio 2021 di Lucio Piva
Padova, studentessa di 19 anni stroncata dalla leucemia. «In 15 giorni il male ce l'ha portata via»

TORREGLIA - Era uno spirito creativo che manifestava attraverso l’apertura agli altri e l’impegno nello studio la sua grande voglia di vivere. Ma tante risorse ed il continuo supporto della sua famiglia non sono bastate a farle vincere la durissima battaglia contro un male che non perdona. Torreglia (Padova) è sotto choc per la morte di Irene Righetti, 19 anni, studentessa all’istituto Ruzza di Padova, stroncata da una forma acuta di leucemia mercoledì scorso all’ospedale padovano, dove era ricoverata da alcune settimane. 
Irene aveva iniziato l’anno scolastico con tantissime speranze ed ambizioni. Avrebbe dovuto affrontare l’esame di maturità, al quale si stava già preparando con scrupolo, forte anche dell’ottimo profitto che aveva contraddistinto finora la sua carriera scolastica. 

LEGGI ANCHE Ascoli, morta mentre aspettava un nuovo cuore: Ines a 14 anni aveva scritto una canzone per il trapianto

LA DISPERAZIONE
La scomparsa della diciannovenne ha gettato nella disperazione i genitori, Marta Veronese e Maurizio Righetti. La famiglia è molto nota ed apprezzata in paese. La mamma costituisce infatti una figura storica del liceo scientifico Cornaro di Padova, dove lavora fra le fila del personale non docente. Ugualmente conosciuto è stimato è anche il papà, titolare di un’attività artigiana. 
«Irene – raccontano commossi i genitori – studiava con profitto, anche se nei primi mesi dell’anno e in quelli del trascorso anno scolastico aveva patito le difficoltà della didattica a distanza. Ma ci teneva a fare bella figura a scuola. Progetti per il futuro ne aveva tanti. Ma non abbiamo fatto nemmeno a tempo a parlarne. In appena 15 giorni ce la siamo vista portare via». Parenti ed amici si sono stretti attorno alla famiglia, chiusa nel proprio dolore nell’abitazione di via Volti a due passi dal confine con il Comune di Montegrotto. Irene si era distinta negli anni precedenti anche per l’impegno civico che l’aveva portata a fare parte del consiglio comunale dei ragazzi istituito dal Comune di Torreglia. 

INDIRIZZO MODA
Quando era arrivata all’istituto Ruzza aveva scelto l’indirizzo di creatrice di moda. «Era un modo – hanno continuato a raccontare i genitori – per dare vita al suo spirito creativo. La fantasia ma soprattutto l’apertura agli altri facevano parte del suo modo di vivere. Era davvero una ragazza solare. Non possiamo credere che la malattia ce l’abbia portata via così. È davvero dura accettare un destino del genere».
Il profondo dolore dei genitori è condiviso anche dai fratelli di Irene, Davide, Alessandro e Massimo, ai quali stanno arrivando manifestazione di vicinanza e affetto da numerosissimi amici. Il cordoglio alla famiglia è stato espresso anche dall’amministrazione di Torreglia che ricorda Irene partecipe, negli anni scorsi, a iniziative realizzate con l’istituto scolastico. Ancora non è stata definita la data per l’ultimo saluto alla diciannovenne nella chiesa parrocchiale di Torreglia.

Ultimo aggiornamento: 19:22 © RIPRODUZIONE RISERVATA