Reddito di cittadinanza, è flop centri per l'impiego: a Napoli pratiche ancora con la penna

ARTICOLI CORRELATI
di Gigi Di Fiore

0
  • 373
«No, qui non c'è il Centro per l'impiego. Tanto tempo fa questa era la sede del vecchio collocamento, ora ci sono gli uffici dell'Ispettorato del lavoro». I due cortesi uscieri in via Vespucci confermano che Internet alimenta confusione sui Centri per l'impiego: ne risultano 15 nell'intera provincia di Napoli, cinque complessivi in città. Parola di www.centroimpiego.it. Un falso, come la targa che, all'ingresso del Centro in via Diocleziano a Fuorigrotta, lo assegna ancora in carico a una soppressa Provincia di Napoli.

A Napoli, i famosi Centri per l'impiego, che Luigi Di Maio vuole riformare entro i primi tre mesi del 2019 per far partire il reddito di cittadinanza, in realtà sono tre. Sulla carta, dovrebbero essere cinque. Uno, quello storico, è a Scampia, nella stessa palazzina comunale moderna che ospita il posto di polizia. Un altro, ma non si sa per quanto ancora, in una sede assai mal messa in via Pietro Raimondi a Calata Capodichino e potrebbe essere trasferito in via Nuova Poggioreale. Il terzo, è in una recente palazzina comunale in via Diocleziano a Fuorigrotta. È al piano terra della scala D. Negli altri piani dell'edificio con vetrate funzionano uffici del Comune o sedi di associazioni, come il centro antiviolenza.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Martedì 9 Ottobre 2018, 07:00 - Ultimo aggiornamento: 09-10-2018 13:22
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP